Cacao sostenibile in aumento grazie al Piano cacao di Nestlé

ott 22, 2012
Colture sostenibili e di buona qualità prodotte grazie al Piano cacao di Nestlé IN CRESCENDO: il Piano cacao di Nestlé spinge al rialzo le forniture di cacao sostenibile acquistate presso gli agricoltori

Il Piano cacao di Nestlé, ampliato quest'anno per incrementare sia l'approvvigionamento sostenibile di cacao di qualità sia il numero di coltivatori diretti e comunità agricole che traggono vantaggio dall'iniziativa, ha erogato quantitativi record di cacao.

In totale, 38.000 tonnellate di materia prima sostenibile e di buona qualità prodotta grazie al Piano cacao di Nestlé sono state acquistate presso agricoltori di tutto il mondo durante la stagione del raccolto compresa tra ottobre 2011 e settembre 2012, ovvero oltre il 20% in più rispetto all'anno scorso.

Il Piano aiuta i coltivatori e le loro comunità offrendo loro sicurezza economica e formazione a lungo termine.

Nestlé collabora a stretto contatto con tutti gli operatori che partecipano alla catena di approvvigionamento coperta dal suo Piano per garantire un flusso sostenibile di cacao qualitativamente superiore.

Entro il 2013, Nestlé si propone di acquistare fino al 15% delle sue forniture globali di cacao dai coltivatori assistiti tramite il Piano.

Il sostegno ai coltivatori

Per la prima volta, la quantità di piantine distribuite da Nestlé ai coltivatori di cacao ha superato nel 2012 la soglia del milione di unità.

Complessivamente Nestlé ha assicurato la formazione di più di 21.000 coltivatori quest'anno, oltrepassando di oltre un decimo il totale del 2011. Di questi, oltre 9.900 operano in Costa d'Avorio.

Entro il 2015, Nestlé mira a formare 24.000 coltivatori ivoriani in più e a fornire altri tre milioni di piantine.

Scuola di Kranzadougou, Costa d'Avorio NUOVA SCUOLA: nata sotto l'egida del Piano cacao di Nestlé, la nuova scuola è stata inaugurata a Kranzadougou, Costa d'Avorio

Nuove scuole

Nell'ambito del Piano, Nestlé ha istituito una partnership con la World Cocoa Foundation in Costa d'Avorio per costruire o ristrutturare 40 scuole in quattro anni. Saranno inoltre promossi la formazione degli insegnanti, l'alfabetizzazione degli adulti e programmi comunitari di sensibilizzazione alla problematica del lavoro minorile.

Per Nestlé, creare una catena di approvvigionamento sostenibile implica sostenere le comunità in cui opera e l'istruzione costituisce un aspetto vitale di questo sostegno.

Una nuova scuola, nata sotto l'egida del Piano cacao di Nestlé, è stata inaugurata a Kranzadougou, un villaggio membro della cooperativa agricola Coopahk nel dipartimento di Duékoué, situato nella regione di Moyen-Cavally, nella parte occidentale della Costa d'Avorio.

Altre nove scuole volute dalla World Cocoa Foundation e sostenute da Nestlé saranno inaugurate nella Repubblica ivoriana a ottobre 2012.

Una catena sotto osservazione

Oltre ad ampliare la portata del suo Piano, Nestlé collabora con la Fair Labor Association (FLA) per contribuire ad assicurare un flusso sostenibile di cacao in Costa d'Avorio.

Agli inizi di quest'anno, Nestlé e i suoi partner hanno annunciato che coinvolgeranno attivamente le comunità locali in un'azione volta a prevenire lo sfruttamento del lavoro minorile nelle aree di coltivazione del cacao attraverso campagne di sensibilizzazione e programmi formativi che insegnano alle persone come identificare i minori a rischio e come intervenire in caso di necessità.

Nestlé ha elaborato un piano d'azione (pdf, 451kb) in seguito a un rapporto sulla sua catena di approvvigionamento del cacao in Costa d'Avorio stilato quest'anno dalla FLA.

La priorità è stata data alle misure necessarie per lottare contro lo sfruttamento del lavoro minorile, che comprendono la stesura di un codice di condotta illustrato destinato ai fornitori Nestlé.

Il codice sta per essere ultimato e sarà distribuito a 25.000 coltivatori in Costa d'Avorio.

Controlli e provvedimenti correttivi

Nestlé continua a collaborare con fornitori, enti di certificazione partner e altri organismi per accertarsi che tutti i lavoratori che intervengono nella catena di approvvigionamento del cacao ricevano una formazione adeguata sul problema del lavoro minorile.

Nestlé e la International Cocoa Initiative, una fondazione che collabora con l'industria del cacao, la società civile e i sindacati, hanno definito un nuovo programma di controlli e provvedimenti correttivi che sarà attuato durante una prima fase pilota in 40 comunità appartenenti a due cooperative di coltivatori di cacao in Costa d'avorio.

Il programma è stato già avviato e attualmente viene esteso ai singoli coltivatori e alle loro comunità.

L'azienda ha anche organizzato le prime sessioni formative sul lavoro minorile destinate a 190 fornitori e ai dipendenti Nestlé. L’azienda ha inoltre organizzato le sue prime sessioni di formazione sul lavoro minorile per circa 115 fornitori and 75 dipendenti di Nestlé.

Trasparenza

Nestlé si impegna a dare prova di massima trasparenza durante l'attuazione dell'intero processo e del suo piano d'azione.

La prima riunione tra i responsabili di Nestlé e della FLA avrà luogo ad Abidjan, Costa d'Avorio, entro la fine dell'anno. I temi all'ordine del giorno saranno le possibilità di ulteriore miglioramento del piano d'azione, nonché le misure di controllo e i provvedimenti correttivi affidate alle comunità locali.

Il sito Web dedicato al Piano cacao, che presenta in dettaglio le attività realizzate da Nestlé in collaborazione con agricoltori e partner, è ora disponibile in cinque lingue.

Informazioni correlate:
Piano Cacao di Nestlé
Creazione di Valore Condiviso
Fair Labor Association
International Cocoa Initiative

Altri articoli sulle iniziative Nestlé a favore del cacao sostenibile:
Nestlé prima azienda alimentare partner della Fair Labor Association
Nestlé dà avvio al piano d'azione per affrontare il problema del lavoro minorile sulla base del report della Fair Labor Association relativo alla catena di approvvigionamento del cacao da parte dell'azienda