Nestlé partecipa alla campagna contro lo spreco alimentare della Giornata Mondiale dell'Ambiente

giu 5, 2013

Nestlé partecipa alla campagna "Think.Eat.Save" (pensa prima di mangiare e contribuisci a salvare la natura), tema scelto quest'anno per festeggiare la Giornata mondiale dell'ambiente contro lo spreco del cibo.

La campagna, lanciata dal Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente, dall'Organizzazione ONU per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) e dall'organizzazione a favore del riciclo WRAP, mira a sollecitare una maggior consapevolezza dell'impatto ambientale delle scelte alimentari e a favorire decisioni informate.

Secondo la FAO, ogni anno circa un terzo di tutto il cibo prodotto nel mondo va perduto o sprecato. Allo stesso tempo, nel mondo una persona su sei soffre la fame e più di 20.000 bambini con meno di 5 anni muoiono ogni giorno di fame.

Nestlé partecipa alla prevenzione dello spreco alimentare dalla sua fondazione, più di 140 anni fa, trasformando le materie prime deperibili come latte, caffè e cacao in prodotti alimentari sicuri a valore aggiunto.

"Negli ultimi 10 anni abbiamo praticamente dimezzato lo spreco generato per Kg di prodotto elaborato nei nostri stabilimenti" ha dichiarato Pascal Gréverath, responsabile Sostenibilità ambientale di Nestlé.

"È nostro obiettivo ridurre ulteriormente lo spreco alimentare sull'intera catena di produzione, dall'azienda agricola al consumatore finale e oltre, e diffondere la consapevolezza del fatto che il vero valore degli alimenti spesso non si riflette nel prezzo".



LUNGA CONSERVAZIONE1. LUNGA CONSERVAZIONE Leader mondiale del settore alimentare e bevande, Nestlé trasforma ogni anno più di 14 milioni di tonnellate di materie prime deperibili in prodotti a lunga conservazione. Uno degli esempi più significativi è rappresentato da Nescafé, il caffè solubile creato nel 1938 per risolvere il problema del surplus di caffè prodotto all'epoca in Brasile.

EVITARE LE PERDITE2. EVITARE LE PERDITE Offriamo alle aziende agricole dei paesi in via di sviluppo sistemi di refrigerazione per ridurre le perdite di latte. Grazie a questi sistemi, siamo riusciti a ridurre le perdite, dall'azienda agricola alla vendita al dettaglio, di 1,4 milioni di tonnellate all'anno.


PROGRAMMA AGRONOMIA3. AGRONOMIA Un nostro programma di ricerca e sviluppo mira a individuare nuovi mezzi per la riduzione dello spreco alimentare lungo la catena di valore. Le nostre iniziative di ricerca agronomica, come il programma di miglioramento genetico MAB (Marker Assisted Breeding) (non OGM) per accelerare la produzione di piante di caffè e cacao di migliore qualità e altre culture specifiche che rappresentano un'importante fonte di materie prime. Offrendo alle aziende agricole diverse varietà di piante migliorate possiamo ridurre il numero di piante perse per malattie o cambiamenti climatici

RIFIUTI ZERO4. RIFIUTI ZERO Lo scorso anno, 39 dei nostri stabilimenti hanno raggiunto l'obiettivo "rifiuti zero da smaltire". Ci stiamo impegnando affinché almeno uno stabilimento Nestlé su dieci raggiunga questo obiettivo entro il 2015. In 20 dei nostri stabilimenti Nescafé, utilizziamo i fondi di caffè provenienti dal processo di produzione come fonte di energia rinnovabile.

PACKAGING OTTIMALE5. PACKAGING OTTIMALE Il packaging è un elemento essenziale per la prevenzione dello spreco alimentare lungo la catena del valore, dall'evitare la rottura o lo scarto e la contaminazione. Nestlé ottimizza il peso e il volume del packaging, favorisce lo sviluppo e l'uso di materiali ricavati da risorse rinnovabili gestite secondo i principi dell'ecosostenibilità, sostiene i progetti di riciclo o recupero di energia dagli imballaggi usati e impiega materiali riciclati ovunque ciò implichi un vantaggio per l'ambiente e sia appropriato.

PIANIFICAZIONE DELLA DOMANDA6. PIANIFICAZIONE DELLA DOMANDA Migliorando la nostra pianificazione della capacità produttiva e della domanda, riduciamo la possibilità di resi e la quantità di prodotti avariati.



PORZIONI CORRETTE7. PORZIONI CORRETTE Facilitiamo la gestione degli acquisti di alimenti da parte dei consumatori offrendo loro dosi di porzioni corrette basate sulle loro esigenze. Forniamo istruzioni per la preparazione sul packaging, fondamentali per evitare lo spreco di alimenti, e sui nostri siti Web.


CAMPAGNE SENSIBILIZZAZIONE8. SENSIBILIZZAZIONE Nestlé promuove campagne specifiche che incoraggiano i propri dipendenti a ridurre lo spreco di cibo nelle mense. Presso la nostra sede centrale in Svizzera abbiamo ridotto lo spreco di cibo di un terzo in 6 mesi invitando i dipendenti a servirsi di una porzione di cibo adeguata dal buffet self-service e consentendo loro di acquistare gli avanzi e di portarli a casa.

COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER9. COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER Analogamente alla campagna Think.Eat.Save, sosteniamo il lancio e la partecipazione a diversi programmi di partnership multi-stakeholder contro lo spreco alimentare, inclusi "Every Crumb Counts" di FoodDrinkEurope e "Food Waste Opportunities and Challenges" della GMA (Grocery Manufacturers Association).

 

DISTRIBUZIONE DI BENEFICIENZA10. DISTRIBUZIONE DI BENEFICIENZA Collaboriamo con numerose associazioni e organizzazioni benefiche per la ridistribuzione degli alimenti. Nel Regno Unito, Nestlé sostiene FareShare, un'associazione di beneficienza che ridistribuisce gli alimenti in surplus idonei al consumo provenienti dalle industrie alimentari e di catering ad associazioni che offrono ogni giorno pasti a 35.000 senza tetto o disagiati. Nel 2011 abbiamo distribuito cibo per più di un milione di pasti a FareShare, evitando lo spreco di 460 tonnellate di cibo destinato alle discariche.


Per saperne di più:

Maggi Mousline and sustainable potato farming – France
Leggi il nostro profilo CSV Italia 2012