Nestlé sottolinea l'impatto della Creazione di Valore Condiviso

nov 7, 2012
CSV Forum 2012 FORUM GLOBALE CSV: Oltre 450 rappresentanti delle istituzioni, della società civile e del mondo imprenditoriale hanno partecipato all'evento.

Nestlé ha posto in rilievo l'impatto positivo che la Creazione di Valore Condiviso può avere sulle aziende di tutto il mondo durante il suo Forum Globale sulla Creazione di Valore Condiviso 2012 che si è tenuto a Nuova Delhi, in India.

Oltre 450 rappresentanti delle istituzioni, della società civile e del mondo imprenditoriale hanno partecipato al forum per riflettere sul ruolo delle aziende nello sviluppo e diffondere i principi della Creazione di Valore Condiviso soprattutto in Asia Meridionale.

Il forum, organizzato in collaborazione con la Federazione indiana delle Camere di Commercio e dell'industria (FICCI, Federation of Indian Chambers of Commerce and Industry), ha concentrato il dibattito su nutrizione, risorse idriche e sviluppo rurale, ovvero le priorità CSV di Nestlé che rappresentano il cuore della nostra strategia aziendale.

"Crediamo nel potere della Creazione di Valore Condiviso", ha affermato Peter Brabeck-Letmathe, Presidente di Nestlé. "Quest'idea si dimostrerà più efficace man mano che incoraggerà il pensiero creativo in tutti i settori d'attività su scala mondiale.

"Il suo maggiore punto di forza risiede nella sua apertura, è un concetto che tutti possono far proprio."

"Per assicurarsi il successo a lungo termine, un'azienda deve aderire al principio della Creazione di Valore Condiviso", ha dichiarato Paul Bulcke, CEO di Nestlé. "Per noi non rappresenta un aspetto complementare, ma il fondamento stesso del nostro agire."

Creazione di Valore Condiviso

La Creazione di Valore Condiviso è il fulcro della strategia di Nestlé: l'obiettivo è creare valore per gli azionisti e parallelamente per la società nel suo complesso, in particolare per le comunità in cui l'azienda opera.

La Creazione di Valore Condiviso si basa su un impegno senza riserve a favore della sostenibilità ambientale e della piena conformità alle leggi, ai codici di condotta e ai Principi Aziendali Nestlé.

Nestlé ha integrato l'approccio CSV in ogni fase della sua catena del valore, dall'agricoltura allo sviluppo rurale fino alla distribuzione dei prodotti ai consumatori e allo smaltimento dei rifiuti. Nestlé ha sviluppato questo concetto con il contributo di Michael Porter, docente dell'Università di Harvard, e Mark Kramer.

"Creare valore condiviso significa sostanzialmente creare opportunità di business. A loro volta, le imprese possono contribuire alla soluzione delle problematiche sociali", ha precisato Kramer durante l'evento.

Educare una generazione

Durante una sessione sulla malnutrizione, Nandu Nandkishore, Vicepresidente esecutivo di Nestlé a capo della regione Asia, Oceania e Africa, ha insistito sulla necessità di una maggiore informazione per cambiare il nostro modo di vedere l'alimentazione.

"È una sfida, ma anche un'opportunità", ha sottolineato Nandkishore.

"Abbiamo bisogno di metodi più efficaci e precisi per identificare i problemi correlati alla malnutrizione. Siamo convinti che dobbiamo privilegiare tre aree d'intervento prioritarie: educazione nutrizionale, arricchimento degli alimenti e disciplina normativa."

"La malnutrizione è un problema di duplice natura, da un lato abbiamo la sottoalimentazione e dall'altro la sovralimentazione. Ecco perché micronutrienti e alimenti arricchiti sono importanti", ha precisato Ann M. Veneman, membro del Consiglio di Amministrazione Nestlé ed ex Direttore Esecutivo dell'UNICEF.

"Considerare solo l'apporto calorico è riduttivo. Dobbiamo tenere conto anche delle sostanze nutritive."

L'urgenza di passare all'azione

Nel corso di una sessione dedicata alle risorse idriche, Brabeck-Letmathe ha sottolineato la necessità di intervenire d'urgenza per affrontare il problema mondiale dell'acqua.

"Esauriremo le risorse idriche prima di esaurire le riserve di petrolio", ha affermato. "Abbiamo bisogno di una crescente quantità d'acqua per ogni caloria prodotta. Il problema è evidente."

Asit Biswas, Presidente del Third World Centre for Water Management, ha fatto presente che l'acqua deve avere un prezzo.

"In India, gli agricoltori possono pompare acqua gratuitamente. Di conseguenza consumano acqua 24 ore su 24, che ne abbiano davvero bisogno o meno", ha aggiunto.

"Una delle sfide più difficili che il mondo si trova ad affrontare è la disponibilità di acqua potabile", ha dichiarato nel corso di un'altra sessione Agatha Sangma, Ministro di Stato per lo sviluppo rurale del governo indiano.

Tutte le sessioni del Forum sono state trasmesse in diretta. I video sono disponibili per la riproduzione qui.

Informazioni correlate:

CSV in Nestlé

Approfondimenti relativi al Forum globale Nestlé sulla Creazione di Valore Condiviso in India:

Nestlé mette in risalto la Creazione di Valore Condiviso in occasione del forum in India

Nestlé annuncia il vincitore del Premio per la Creazione di Valore Condiviso