Nestlé fornirà alimenti per i piloti del volo a energia solare

Il primo tentativo al mondo di circumnavigare il pianeta con un velivolo alimentato a energia solare prenderà il via la prossima settimana ad Abu Dhabi e Nestlé Research avrà un ruolo fondamentale per il successo della missione.

feb 26, 2015

Losanna, Svizzera, 26 feb. 2015

 

 

 

Solar Impulse è un aereo all'avanguardia che può percorrere lunghe distanze sfruttando esclusivamente l'energia fornita dal sole. I due piloti svizzeri che condurranno il velivolo e sfideranno i confini del volo sostenibile si alimenteranno con cibi appositamente studiati, sviluppati e forniti dalla ricerca Nestlé.

Scienziati Nestlé mentre preparano alimenti per Solar Impulse

Solar ImpulsePer quattro anni Nestlé Research ha lavorato in stretta collaborazione con il team Solar Impulse per sviluppare una gamma di pasti e snack in grado di resistere alle estreme variazioni di temperatura e di condizioni climatiche e allo stesso tempo di fornire ai piloti la necessaria nutrizione. I pasti sono stati preparati in base alle preferenze e alle esigenze dei piloti per offrire ristoro e una certa gratificazione durante il viaggio.

La partnership di Nestlé con Solar Impulse contribuisce anche a sostenere attività educative correlate alla sostenibilità, sfruttando al massimo l'eredità e l'impatto dell'impresa compiuta dai piloti Bertrand Piccard, promotore e presidente di Solar Impulse e André Borschberg, cofondatore e CEO.

"Lavorare con il team Solar Impulse negli ultimi quattro anni è stata un'esperienza estremamente gratificante" ha commentato la dott.ssa Amira Kassis, appartenente al team di ricerca Nestlé. "Nestlé Research ha sviluppato alimenti che devono resistere a condizioni estreme e fornire il corretto apporto di sostanze nutritive. Il successo dipende da vari fattori: utilizzare il packaging appropriato, fare in modo che vi siano le scorte giuste nel posto giusto e offrire ai piloti qualcosa di loro gradimento durante la loro avventura".

Solar ImpulseNei prossimi mesi, la dott.ssa Kassis seguirà l'aereo gestendo la dieta e la nutrizione dei piloti e assicurandosi che siano disponibili i quantitativi di cibo corretti. La durata prevista per il volo è di cinque mesi, con diverse tappe in varie località tra cui Cina, India e Stati Uniti, per una distanza totale di 35.000 chilometri e circa 500 ore di tempo effettivo di volo.
Commentando il contributo dell'alimentazione al raggiungimento degli scopi dell'iniziativa, i piloti Bertrand Piccard e André Borschberg hanno dichiarato: "I cibi giusti e una corretta alimentazione sono fondamentali per il successo della nostra missione e ci sosterranno nel lungo viaggio intorno alla terra. Abbiamo beneficiato della competenze e dell'esperienza degli scienziati di Nestlé Research che hanno sviluppato pasti completamente su misura per noi. Grazie alla stretta collaborazione con il team, sappiamo anche che il momento del pasto sarà un piacere e ci fornirà un po' di ristoro in un contesto così estremo."
Nestlé fornirà tutti i pasti di bordo in confezioni appositamente create. Le scorte per i piloti comprenderanno acqua in bottiglia Nestlé e caffè NESCAFÉ.

Solar Impulse

La rivoluzione della tecnologia pulita: l'aeroplano senza carburante

I pionieri svizzeri Bertrand Piccard (Presidente) e André Borschberg (CEO) sono i fondatori e la forza motrice di Solar Impulse, il primo velivolo in grado di volare giorno e notte senza una goccia di carburante, alimentato esclusivamente dall'energia solare. Con l'Si2 tenteranno nel 2015 il primo volo a energia solare intorno al mondo. Sostenuta dai Main Partner Solvay, Omega, Schindler, ABB e dagli Official Partner Google, Altran, Bayer MaterialScience, Swiss Re Corporate Solutions, Swisscom e Moët Hennessy, questa storica prima intende dimostrare che le tecnologie pulite possono ottenere l'impossibile.

Dopo il prototipo originario Solar Impulse Si1, che detiene 8 record mondiali, gli ingegneri di Si2 hanno progettato e costruito un nuovo aereo monoposto in fibra di carbonio. Ha un'apertura alare di 72 metri (superiore a quella del Boeing 747) per un peso di appena 2.300 kg, equivalente a quello di un'automobile. Le 17.248 celle solari incorporate nelle ali forniscono energia rinnovabile ai motori elettrici (17,5 CV ciascuno). Le celle solari ricaricano quattro batterie al litio di un peso totale di 633 kg ciascuna, che permettono all'aereo di volare di notte e quindi di avere un'autonomia praticamente illimitata.

Il volo a energia solare intorno al mondo, denominato Si2 intorno al mondo partirà da Abu Dhabi (EAU) nei primi di marzo e si concluderà a fine luglio 2015. La rotta prevede tappe a Muscat, Oman; Ahmedabad e Varanasi, India; Mandalay, Myanmar; Chongqing e Nanchino, Cina. Attraversato l'Oceano Pacifico passando sulle Hawaii, l'Si2 volerà sugli USA fermandosi a Phoenix, nel Midwest, e all'aeroporto JFK di New York. Dopo la traversata dell'Oceano Atlantico, percorrerà l'ultimo tratto facendo una sosta in Europa meridionale o in Nord Africa, per poi terminare il volo nella destinazione finale di Abu Dhabi.