Nestlé inaugura il Dairy Farming Institute in Cina

ott 15, 2014
75 anni di Nescafé
INAUGURAZIONE: Dairy Farming Institute in Cina

Nestlé ha inaugurato il Dairy Farming Institute nel nord-est della Cina, realizzando uno dei più grossi investimenti dell'azienda destinati ad agevolare la modernizzazione della produzione lattiero-casearia locale, per aiutare gli allevatori cinesi a soddisfare nei prossimi anni in modo sostenibile la crescente domanda interna di latte.

L'istituto, situato a Shuangcheng, nella provincia dello Heilongjiang, rientra nell'ambito delle iniziative Nestlé a lungo termine con cui l'azienda si adopera per condividere il suo know-how tecnico e ottimizzare la produzione lattiero-casearia nel mondo, attraverso programmi di formazione, prassi operative responsabili e partnership con gli stakeholder, compresi governi e università.

"Abbiamo esperienza nello sviluppo di distretti del latte e il Nestlé Dairy Farming Institute è un'estensione dei nostri progetti di sostegno in questo campo", ha dichiarato John Cheung, Presidente e CEO di Nestlé Cina.

Molteplici vantaggi

L'istituto rispecchia fedelmente la convinzione di Nestlé, secondo la quale un'azienda può avere successo a lungo termine e creare valore per i propri azionisti soltanto se riesce a creare valore per la società.

Attiva nel settore lattiero-caseario cinese da oltre 25 anni, Nestlé ha già creato tre distretti di raccolta del latte in Cina, precisamente a Shuangcheng, a Laixi nella città di Qingdao e a Hulunbeier nella Mongolia Interna.

Nestlé investirà circa 30 milioni di CHF nel Dairy Farming Institute.

La Cina è uno dei mercati di prodotti lattiero-caseari in più rapida crescita del mondo e entro il 2020 potrebbe raggiungere dimensioni pari a circa il doppio rispetto ai volumi attuali.

"Il latte sta assumendo un'importanza vitale nella dieta della popolazione cinese e con il Dairy Farming Institute diamo una dimostrazione concreta del nostro impegno nell'aiutare la Cina a far evolvere il settore lattiero-caseario in maniera efficiente e sostenibile", ha affermato Hans Joehr, Head of Agriculture di Nestlé.

Sostenibilità

I principi e le prassi operative per una produzione lattiero-casearia sostenibile, elaborati nel quadro della piattaforma SAI (Sustainable Agriculture Initiative), costituiranno la base dei piani di studio e delle attività formative dell'istituto, arricchiti dell'esperienza di Nestlé e dei suoi partner.

I principi e le prassi operative della piattaforma SAI sono finalizzati alla produzione responsabile di prodotti lattiero-caseari sicuri e di qualità garantita. Abbracciano pertanto un ampio ventaglio di discipline gestionali, quali salute e benessere degli animali, igiene della mungitura, alimentazione animale, tutela dell'ambiente e gestione socio-economica.

L'istituto sarà dotato di aule, laboratori, dormitori e comprenderà tre "fattorie didattiche" per facilitare i corsi di formazione. Stando alle previsioni, l'istituto dovrebbe formare ogni anno circa 700 studenti attraverso 17 percorsi formativi diversi.

Tra i partner del Dairy Farming Institute figurano le aziende Alltech, Alta Genetics, Avery, Boehringer Ingelheim, East Rock, Elanco, Foester Technik, GEA, Goke/Storty, IFCN, Land O’Lakes, SCR e Zoetis, oltre agli istituti accademici University of Wisconsin Madison e Northeast Agricultural University nella provincia dello Heilongjiang. Questo elenco dovrebbe allungarsi con l'adesione di altri partner in futuro.