I benefici dei multi-micronutrienti che arricchiscono latte e cereali

Secondo un nuovo studio commissionato da Nestlé, i prodotti a base di latte e cereali, arricchiti di ferro e di una combinazione di altri micronutrienti, hanno maggiori probabilità di ridurre l’anemia da carenza di ferro nei bambini rispetto a cibi arricchiti con il solo ferro.

lug 8, 2012
Mexican girls drinking milk LATTE ARRICCHITO: l'arricchimento con i multi-micronutrienti è stato associato ad un aumento significativo dell'emoglobina nel sangue dei bambini

I ricercatori dell’Istituto di Economia Sanitaria Winterthur in Svizzera hanno analizzato i risultati combinati di 18 ricerche, che hanno coinvolto un totale di più di 5,400 bambini.

I ricercatori hanno scoperto che il consumo di prodotti a base di latte e cereali arricchiti con ferro e altri micronutrienti – come lo zinco e la vitamina A – sono associati ad un significativo aumento del livello di emoglobina nel sangue dei bambini piccoli .

L’anemia – ovvero lo stato caratterizzato da carenza di globuli rossi e di conseguenza poca emoglobina – è comunemente causata da una scarsità di ferro nella dieta.

I ricercatori hanno inoltre scoperto che i singoli prodotti arricchiti di ferro hanno aumentato in modo significativo i livelli di emoglobina, rispetto a prodotti simili non contenenti ferro.

Tuttavia, i multi-micronutrienti che arricchiscono il latte e i cereali hanno generato un aumento di emoglobina maggiore rispetto ai singoli micronutrienti arricchiti da solo ferro.

Lo studio, pubblicato dal Bio Med Central Public Health journal, rappresenta la prima analisi di risultati combinati delle ricerche che esaminano l’effetto di latte e cereali, arricchiti con micronutrienti, sull’emoglobina contenuta nel sangue dei bambini dai sei mesi ai tre anni.

Criteri di selezione

I ricercatori hanno identificato circa 1000 ricerche potenzialmente rilevanti degli ultimi 45 anni per individuare quelle che potrebbero essere incluse nello studio.

Le 18 ricerche, che sono state infine scelte per essere analizzate all’interno dello studio, sono state condotte in Africa, Asia, Sud e Centro America e Europa.

L’età media dei bambini che hanno preso parte a ciascuna ricerca varia tra i sei mesi e i due anni. Il numero dei bambini coinvolti va dai 33 ai più di 1000.

La maggior parte proviene da nuclei a basso reddito nelle comunità locali, o comunità alla periferia delle aree urbane.

Linee guida successive

I ricercatori hanno seguito le linee guida correnti per lo svolgimento e la comunicazione delle revisioni sistematiche e delle meta-analisi, ovvero studi che combinano i risultati di differenti indagini scientifiche esaminando una serie di teorie correlate.

Come fonti primarie di documentazioni, vengono utilizzati Medline, il principale database bibliografico della Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti, e la Cochrane Collection , una raccolta on line di ricerca healthcare internazionalmente riconosciuta.

I ricercatori hanno valutato il rischio di errore nei singoli esperimenti, analizzando la qualità della metodologia e della completezza dei risultati ottenuti.

Carenza di ferro

I bambini piccoli e le madri incinte sono particolarmente sensibili alla carenza di ferro perché necessitano di più alti livelli di questo elemento per la crescita.

Le conseguenze a lungo termine della mancanza di ferro nella dieta possono includere un ridotto sviluppo mentale nei bambini, diminuzione delle capacità fisiche e riduzione delle difese immunitarie.

I risultati ottenuti dai ricercatori aiutano a spiegare in termini biologici perché le carenze multiple di micronutrienti, piuttosto che quelle singole, sono responsabili di vari problemi di salute.

Nestlé e l’arricchimento dei micronutrienti

Lo studio è stato commissionato da Nestlé e dal Nestlé Nutrition Institute.

 

Nestlé ha più di 140 anni di esperienza nel migliorare il profilo dei micronutrienti nei prodotti alimentari attraverso il loro arricchimento.

Il primo prodotto dell’azienda ad essere stato arricchito con ferro è stata la farina lattea “Farine Lactée” per l’alimentazione infantile, creato dal suo fondatore Henri Nestlé nel 1867.

Oggi Nestlé offre in tutto il mondo una gamma di prodotti arricchiti con i micronutrienti, compresi ferro e vitamina A.

L’attività legata ai prodotti freschi dell’azienda crea latti arricchiti, disponibili in più di 80 Paesi nel mondo, dove sono ampiamente consumati dai bambini in età prescolare.

Nestlé Nutrition Institute

Il Nestlé Nutrition Institute (NNI) è un’organizzazione no-profit con sede in Svizzera.

L’NNI si è impegnato a favorire la “scienza per una nutrizione migliore” attraverso la condivisione in modo interattivo di informazioni scientifiche e materiali didattici con scienziati, operatori sanitari e associazioni di nutrizionisti.

Tra le attività dell’NNI sono stati inclusi degli eventi per discutere in merito alle ultime ricerche scientifiche, nell’ambito del problema globale delle carenze dei micronutrienti.


Informazioni correlate:
BMC Public Health Journal
Articolo sulla ricerca: Gli effetti dei prodotti a base di latte e cereali arricchiti da micronutrienti per neonati e bambini
Nestlé Nutrition Institute
Istituto di Economia Sanitaria Winterthur

Leggi di più sull'arricchimento dei prodotti ad opera dei micronutrienti:
Nestlé aiuta a colmare la carenza dei micronutrienti in Africa con il nuovo dado Maggi cube
Nestlé guida la nutrizione in Africa con il "Cooking Caravans"
I nuovi latti arricchiti di Nestlé forniscono valore nutrizionale aggiunto in Brasile