British Medical Journal: vitamina D associata al calcio riduce il rischio di fratture

Comunicati StampaMilano,gen 19, 2010

Lo studio pubblicato nell’ultimo numero del British Medical Journal (BMJ) unisce sette trial clinici (tra Europa e Stati Uniti) sulla somministrazione di Vitamina D (da sola e unita a Calcio) a pazienti vittime di fratture.

Il campione raccoglie 68.517 partecipanti di età media 69,9 anni - la fascia d’età dei partecipanti varia tra 47 e 107 anni
Per saperne di più, clicca qui.

Lo studio dimostra che la somministrazione esclusiva di Vitamina D in dosi di 10-20 microgrammi al giorno non è efficace nella prevenzione delle fratture. La somministrazione giornaliera di Vitamina D unita alla somministrazione giornaliera di Calcio, invece, aiuta a ridurre il rischio di fratture in generale. In particolare riduce il rischio di fratture al bacino e probabilmente anche alla colonna vertebrale, indipendentemente dai fattori età, sesso e precedenti fratture.

La carenza di vitamina D in persone di età avanzata è molto diffusa (specialmente tra gli ospiti delle case di riposo) e comporta: iperparatiroidismo, fragilità delle ossa, atrofia muscolare e un aumento nel rischio di cadute e fratture.

Nel caso delle fratture al bacino lo studio dimostra un’elevata riduzione del rischio già somministrando la più piccola quantità giornaliera di vitamina D (10 microgrammi) associata al Calcio. Mentre la somministrazione giornaliera della sola vitamina D (sia in 10 che in 20 microgrammi al giorno) non sortisce nessun effetto né sulla prevenzione né sulla riduzione del rischio di fratture.

La dose di Calcio giornaliera da somministrare unitamente alla vitamina D per diminuire il rischio di fratture in pazienti di età avanzata è di 1.000mg.

"Lo studio del British Medical Journal conferma le nostre ricerche in campo nutrizionale” - ha dichiarato Emmanuel Pradon, Global Marketing, Nestlé HealthCare Nutrition. “In questa direzione stiamo lavorando con il nostro nuovo Resource SeniorActive, realizzato proprio andare incontro alle particolari esigenze nutritive della popolazione anziana. Anche lo studio del BMJ evidenzia che la combinazione di Calcio e Vitamina D riduce il rischio di cadute (-19%) e fratture (-20%) presso la popolazione anziana".

Si tratta di un un prodotto ricco in nutrienti (calcio, proteine, vitamine D, B e antiossidanti) che giovano alla solidità muscolare, riducono cadute e fratture e migliorano la salute mentale.

Per ulteriori informazioni:
Milena Campanella
Nestlé Italiana
Tel. +39 02 81817595
E-mail: milena.campanella@it.nestle.com

Davide Sicolo
Edelman
Tel. +39 02 63116241
E-mail: davide.sicolo@edelman.com