Creazione di Valore Condiviso: una risposta alle nuove sfide economiche e sociali

Comunicati StampaMilano,apr 26, 2009

Nestlé ha annunciato oggi tre iniziative volte a stringere nuove partnership con governi, NGO e piccole imprese.

L’annuncio è stato dato in contemporanea alla presentazione del Forum sulla Creazione di Valore Condiviso a New York, in collaborazione con l’United Nations Office for Partnership e la Missione permanente Svizzera presso le Nazioni Unite.
Le iniziative riguardano un programma educativo globale sulla salute e il benessere per i bambini di età scolare, un nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo in Africa e l’istituzione di un nuovo premio volto a incoraggiare approcci innovativi per risolvere problemi relativi a nutrizione, salvaguardia dell’acqua e sviluppo rurale.

Queste nuove iniziative nel campo della nutrizione, della salvaguardia dell’acqua e dello sviluppo rurale vengono avanzate a fronte di una situazione generale di recessione economica che ha portato a una perdita di valore di proporzioni storiche sia per gli azionisti sia per il pubblico.

Secondo Peter Brabeck-Letmathe, Nestlé Chairman, “la crisi finanziaria legata alla recessione in corso ha rivelato ancora una volta un assioma fondamentale del business: se non riesci a lavorare nell’interesse della società, prendendo al contrario scorciatoie che mettono a rischio il pubblico, deluderai anche i tuoi azionisti. Crediamo fortemente che, per ottenere successo a lungo termine, un’azienda debba creare valore per gli azionisti e contemporaneamente per la società in cui opera. Questo assioma in Nestlé viene chiamato “Creazione di Valore Condiviso”, ed è il principio alla base del nostro modello di business.”

Le nuove iniziative sono strettamente legate alla strategia di Nestlé in Nutrizione, Salute e Benessere. Creare valore per la società, offrendo una migliore nutrizione, una migliore gestione della risorsa idrica e una migliore produzione di alimenti, è alla base della costruzione di successo a lungo termine da parte di Nestlé che, in questo modo, fa coincidere gli interessi degli azionisti con quelli della Comunità.

“Noi di Nestlé riconosciamo che il nostro successo dipende dalla creazione di valore per la gente – dai contadini che forniscono i nostri prodotti, ai nostri dipendenti, fino alle comunità in cui operiamo” – sostiene Peter Brabeck-Letmathe. “Creare valore condiviso non è filantropia o un “di più”; il miglioramento delle vite dei lavoratori, delle famiglie e delle comunità in cui operiamo fa parte della nostra strategia di business fin dalla nascita dell’azienda nel 1886.”

Le sfide sociali ed economiche che il mondo sta affrontando a livello globale – aumento demografico, disponibilità delle risorse e dell’acqua in particolare, sicurezza degli alimenti – non possono essere risolte solo dai governi: le aziende devono prendersi le proprie responsabilità contribuendo attivamente alle soluzioni.

Con questo obiettivo, Nestlé presenta oggi una serie di iniziative per sottolineare ulteriormente il proprio impegno nella Creazione di Valore Condiviso. La prima iniziativa é relativa al Nestlé Healthy Kids Global Programme, un programma globale per la salute dei bambini. Nestlé – che attualmente supporta programmi educativi che raggiungono più di 10 milioni di bambini – si propone di raddoppiare il numero di paesi in cui sono attivi progetti di educazione alimentare e di attività fisica entro la fine del 2011, portando tali progetti in oltre 100 paesi dove opera. Questo nuovo programma affronta alcune tra le più complesse sfide a livello globale – malnutrizione e incremento del tasso di obesità, in particolare nei bambini di età scolare.

In secondo luogo, l’apertura del Abidjan Research & Development Centre, in Costa D’Avorio, dimostra l’impegno di Nestlé nei confronti dello sviluppo rurale in Africa. I nuovi programmi di ricerca del Centro aiuteranno a migliorare la produzione agricola e la sicurezza degli alimenti grazie allo sviluppo di colture locali – come manioca, granoturco, miglio, caffé e cacao – e di prodotti a base di cereali nella regione dell’Africa Occidentale. Il Centro Ricerca e Sviluppo farà inoltre tesoro dell’esperienza maturata da Nestlé nell’ambito del rimboschimento.

Una terza iniziativa, il Premio Nestlé per la Creazione di Valore Condiviso – che verrà assegnato ogni 2 anni – offre un compenso fino a 500.000 CHF (461.000 USD) a individui, NGO o piccole imprese che offriranno soluzioni alle tematiche relative a carenze nutrizionali, accesso ad acqua potabile o il progresso dello sviluppo rurale.

“Ridurre gli sprechi idrici, migliorare la nutrizione e aiutare le comunità rurali a svilupparsi come esse desiderano sono elementi tanto importanti per la strategia di business dell’azienda, quanto lo sono per la costruzione di un mondo più sano. Queste iniziative porteranno benefici alle persone coinvolte e sono per Nestlé elementi fondamentali per divenire l’azienda riconosciuta come leader al mondo in Nutrizione Salute e Benessere.” Dichiara Paul Bulcke, CEO Nestlé.

Per decenni Nestlé ha lavorato con milioni di agricoltori e di produttori di latte e caffé per renderli dei fornitori migliori, aiutandoli in questo modo ad uscire dalla povertà e migliorare le proprie condizioni di vita. Oggi Nestlé lavora direttamente con 600.000 contadini in varie parti del mondo, mettendo a disposizione nel 2008 microfinanzaimenti per un controvalore di circa 30 milioni CHF (oltre 27 milioni USD). Circa 2,4 milioni di persone nei paesi in via di sviluppo hanno accesso ai loro mezzi di sostentamento grazie alla catena produttiva Nestlé. Questi esempi mostrano come la salute delle comunità da cui Nestlé trae manodopera e materie prime sia vitale per il successo del business e per il valore degli azionisti.

“Nestlé è diventata la principale azienda in Nutrizione, Salute e Benessere al mondo con più della metà delle fabbriche e degli impiegati in paesi in via di sviluppo. Noi dobbiamo gran parte del nostro successo a queste comunità, ed è proprio questa consapevolezza a spingerci a fare ancora di più di quello che abbiamo fatto in passato”, aggiunge Bulcke.

Il 27 e 28 aprile 2009 Nestlé ha organizzato un Forum sulla Creazione di Valore Condiviso a New York in collaborazione con l’United Nations Office for Partnership e alla Missione permanente Svizzera presso le Nazioni Unite. Durante il Forum, Nestlé coinvolgerà esperti di fama mondiale in corporate strategy, nutrizione, gestione e salvaguardia delle risorse idriche e sviluppo rurale; parteciperanno inoltre al Forum 13 membri del nuovo Advisory Board di Nestlé per la Creazione di Valore Condiviso.

“Sono orgoglioso di aver riunito all’interno del nuovo Advisory Board di Nestlé per la Creazione di Valore Condiviso un gruppo di esperti di così alto calibro, ritenuti tra i migliori a livello internazionale”, ha commentato Peter Brabeck-Letmathe. “Questo Advisory Board analizzerà la catena del valore di Nestlé e suggerirà azioni potenziali per la Creazione di Valore Condiviso in grado di avere un impatto positivo sulla società nell’ambito della creazione di un business di successo. Il Forum sulla Creazione di Valore Condiviso di domani è il primo di una serie di meeting annuali in cui lavoreremo per individuare le azioni e i cambiamenti necessari, sia a livello nazionale sia globale, le opportunità di progresso e il ruolo delle aziende nella società nel 21° secolo”, ha concluso Peter Brabeck. 

Per ulteriori informazioni:
Milena Campanella
Nestlé Italiana
Tel. 02.8181.7595
E-mail: milena.campanella@it.nestle.com

Anna Capella
Edelman
Tel. +39 02 63116236
E-mail: anna.capella@edelman.com
Laura Valentini
Edelman
Tel. +39 02 63116213
E-mail: laura.valentini@edelman.com