Nestlé lancia un nuovo concetto di educazione alimentare: "Il Girotondo degli alimenti"

Comunicati StampaMilano,ago 21, 2011

La piramide della dieta mediterranea viene integrata con le altre culture alimentari

Da settembre nelle scuole all’interno del programma scolastico "Nutrikid"

Il nuovo concetto di educazione alimentare della ricerca Nestlé ‘Good Food Good Life’, all’interno del programma scolastico Nutrikid, pensato e realizzato in collaborazione con NFI – Nutrition Foundation of Italy, si chiama "Il Girotondo degli Alimenti" e porta nelle scuole – e dalle scuole nelle famiglie – il concetto di varietà alimentare, di integrazione tra le diverse abitudini e tradizioni culturali, di sinergia nutrizionale e culinaria. Un modello circolare dove trovano posto sia la Piramide Alimentare ‘mediterranea’ sia gli alimenti propri di altre culture oltre a quella italiana: quella asiatica, africana, dell’America latina e dei Paesi occidentali.

Il processo di valorizzazione della molteplicità degli alimenti, nella dieta giornaliera o settimanale, può infatti partire proprio dai più giovani, in un ambito che facilmente si presta allo scambio e alla curiosità: la tavola a scuola e la cucina domestica. Da qui possono partire nuove abitudini e crescere i futuri ambasciatori della sana alimentazione e, quindi, del benessere e dei corretti stili di vita.

"Il Girotondo degli Alimenti" nasce, infatti, come naturale evoluzione del programma scolastico "I Nutrikids", che da quest’anno assume una portata nazionale dopo aver già coinvolto, con le tre edizioni, oltre 170.000 bambini, accompagnandoli a conoscere i ‘Segreti degli Alimenti’ e le linee guida della Piramide Alimentare attraverso i suoi 7 personaggi di diverso profilo caratteriale, etnico e sociale.

Grazie al ‘Girotondo degli Alimenti’, i bambini possono dunque conoscere la varietà degli alimenti e dei piatti che provengono dagli altri continenti o che sono tipici di tradizioni di altre culture presenti in Italia. E le famiglie di ogni provenienza possono scegliere quali prodotti alternare in tavola, nel rispetto sia delle proprie tradizioni sia delle linee guida della Piramide Alimentare.

Il ‘Girotondo degli Alimenti’ è un regolo circolare che, usato nel modo corretto, può permettere nuove scoperte e riservare molte sorprese in campo nutrizionale, creando combinazioni nuove tra cibi diversi nel nome dell’equilibrio, della varietà e delle corrette quantità e frequenze di consumo per ogni tipologia di nutrienti.

‘La scuola moderna – commenta Andrea Poli, Direttore Scientifico NFI – dove le classi sono ormai quasi sempre composte da bambini provenienti da Paesi diversi, permette incontri e scambi di culture, abitudini e tradizioni di grande importanza. La scuola è il luogo d’elezione nel quale l’integrazione avviene in modo spontaneo: in questo periodo della sua vita il bambino è infatti naturalmente aperto a nuove esperienze, di ogni tipo, e l’accostamento a coetanei con differenti tradizioni contribuisce alla crescita del bagaglio di conoscenze che lo arricchisce quotidianamente. Anche la condivisione di alcuni particolari momenti della giornata, come il pranzo o l’attività fisica e il gioco, permette di acquisire nuove conoscenze. In questo contesto il progetto Nutrikids si arricchisce del ‘Girotondo degli alimenti’: uno strumento costruito sulla base delle linee guida nutrizionali italiane, che si propone di stimolare i bambini alla scoperta e alla conoscenza degli alimenti, e non solo di quelli più diffusi nel Paese di origine, ma anche di quelli tipici dei Paesi dei compagni. Riconoscere che pasta, riso, couscous e tortillas sono simili e per certi versi sostituibili l’un l’altro (sono infatti tutti essenzialmente fonti di carboidrati), identificare le differenti fonti di proteine nell’alimentazione dei vari Paesi del mondo, sapere che vitamine e minerali sono presenti in frutti molto diversi tra loro, non solo per provenienza, ma anche per forma e colore, può aiutare infatti i bambini ad attribuire ai cibi il giusto valore nutrizionale e a consumarli correttamente, imparando anche a variare in modo intelligente e nutrizionalmente corretto la propria alimentazione’.

‘Crediamo molto in questo nuovo progettoall’interno del programma scolastico Nutrikid – ha commentato Stefania Moro Nestlé Nutrition , Health and Wellness Communication Specialist –Abbiamo lavorato con i nostri partner (Giunti Editore e NFI) per trovare uno strumento scientificamente valido, a misura dei bambini ma anche ad uso di insegnanti e famiglie che potesse essere un punto di raccordo tra le linee guida nutrizionali, nuove proposte e la propria tradizione. E’ stato un primo passo importante che permette una visione più moderna e positiva dei rapporti tra culture, proprio a partire dall’alimentazione e dalle buone abitudini che si creano negli anni della scuola, quando anche il buon esempio del compagno rappresenta uno stimolo forte e la ‘forza’ della classe un fattore determinante di crescita. Per questo crediamo che le adesioni al Nutrikid siano, quest’anno, ancor maggiori del già grande successo della scorsa edizione, così da poter dare alle scuole un aiuto concreto e uno stimolo nuovo nei loro percorsi fondamentali di educazione alla buona alimentazione e a corretti stili di vita. Il tutto in linea con la nostra visione Nutrition, Health and Wellness di essere, per i cittadini, un ‘nutritional partner’ di riferimento’.

Il "Girotondo degli Alimenti" all’interno del programma scolastico Nutrikid realizzato da Nestlé vuole dunque:

 

  • suggerire possibili sinergie, combinazione e alternanze nutrizionali e culinarie tra la dieta mediterranea e le abitudini alimentari delle diverse culture presenti per contribuire ad una miglior alimentazione dei bambini e delle famiglie italiane
  • integrare i diversi momenti della giornata (pranzo a scuola, cena a casa, spuntini) tenendo conto dei differenti contesti di consumo e della necessità, per le famiglie, di una valutazione complessiva dell’alimentazione giornaliera dei bambini
  • evidenziare possibili carenze nutrizionali che derivano da integrazioni non ottimali tra le diverse culture o tradizioni
  • sensibilizzare sul ruolo della convivialità per un’alimentazione sana ed equilibrata

 

Questo progetto si inserisce infatti pienamente nella filosofia "Good Food Good Life" di Nestlé che si concretizza nell’impegno a sviluppare, sia a livello globale che locale, azioni e strumenti a favore di un corretto stile di vita e di scelte consapevoli e informate. Proponendo il concetto di varietà integrata, Nestlé offre un suo contributo per favorire l’adeguamento delle diverse culture alle abitudini alimentari del nostro paese, nel rispetto delle tradizioni e dei differenti costumi. Sempre seguendo la missione di essere un punto di riferimento in termini di Nutrizione, Salute e Benessere, aperto al passo con i cambiamenti in atto e con i sempre nuovi volti, esigenze e abitudini della società.

Proprio a conferma della validità sociale ed educativa del progetto, Nutrikid ha ricevuto per due anni consecutivi il premio “NUTRIGOLD – Nutrimi” per la migliore comunicazione in ambito nutrizionale e una menzione speciale alla terza edizione italiana del "Child Guardian Award - Terre des Hommes Italia". Il premio ha come finalità principale quella di valorizzare le campagne che hanno dimostrato di saper offrire l'immagine più corretta dei bambini, coniugando il rispetto dei diritti dell'infanzia con un linguaggio comunicativo efficace.

IL NUOVO CONCORSO NUTRIKID – RICETTE ANIMATE

Il ‘Girotondo degli Alimenti’ sarà inserito da settembre nei kit del Nutrikid assieme agli altri materiali già consolidati come strumenti didattici e interattivi per le classi sul tema della corretta nutrizione. In occasione della nuova edizione e del lancio del ‘Girotondo degli Alimenti’, il Concorso Nutrikids, collegato al progetto sarà focalizzato sul tema dell’integrazione alimentare. Le classi, infatti, saranno invitate a inventare o raccontare la storia di una ricetta speciale e i segreti per prepararla: chi l’ha inventata, in che occasione, perché e attraverso quali fasi è stata creata e si prepara ancora...

Un’occasione di scambio, divertimento ed educazione alla tavola multiculturale, aperto a tutte le classi V del territorio nazionale che, per richiederlo, potranno scrivere a: nutrikid@ellessedu.com.

Sono infatti oltre 3.000 i kit già predisposti e destinati a circa 60.000 bambini delle scuole primarie.
E la prima classe classificata potrà, come premio, trasformare la sua storia in un cartone animato!

E CHI SONO I NUTRIKIDS?

Naomi, Davide, Elena, Mario ... sono i protagonisti del kit di educazione alimentare, 7 ragazzini di 10-12 anni, 7 amici che accompagnano i bambini nel percorso didattico. Appartengono a vari gruppi etnici, hanno gusti e personalità differenti. Proprio come le persone reali. C’è Mario, appassionato di videogames e amante degli animali, ma sedentario. Steve e Mitsuko sono supersportivi. Elena, al contrario, è appassionata di musica classica, suona il piano, ma fa pochissima attività fisica. Anna, la modaiola, è più attiva come Naomi, fanatica dell’hip hop. Davide, intellettuale e asso dell’informatica, infine, è un altro tipo piuttosto sedentario. Questa varietà di interessi e abitudini dà la possibilità agli alunni di identificarsi con un personaggio. I 7 ragazzi sono protagonisti di un cartone animato in dvd e di un quaderno interattivo e accompagnano l’alunno nel percorso e nelle attività proposte. Ogni personaggio ha pregi e difetti, proprio come i diversi cibi, che possono fare bene o male a seconda di come vengono consumati. Il messaggio che emergerà alla fine del percorso è che sono possibili diversi modi di nutrirsi, tutti validi. Una corretta alimentazione deve anche essere piacevole e non essere impostata in modo troppo rigido. Esistono però dei principi cardine, delle basi comuni. Scoprirli è l’obiettivo del progetto “Nutrikids”.

Per ulteriori informazioni visitate il sito www.nestle.it

Per ulteriori informazioni:
Maria Letizia Balducci
Nestlé
Tel. +39 02 81817406
E-mail: marialetizia.balducci@it.nestle.com

Rossella Camaggio
Ufficio stampa Edelman
Tel. +39 02 63116228
E-mail: rossella.camaggio@edelman.com