Newsletter Nutrition, Health and Wellness - Archivio 2012

  • Dicembre 2012

Educazione ai corretti stili di vita: dall'Australia uno studio conferma l’efficacia dell’imprinting educativo (pdf, 859kb)

Un nuovo studio realizzato dalla Sidney Medical School in collaborazione con l’Università di Sidney ha confermato che l’educazione ad uno stile di vita sano già negli anni dell’infanzia e la sensibilizzazione delle neo mamme sui principi di una corretta alimentazione, sono componenti fondamentali nella lotta all’obesità.

  • Novembre 2012

Nuovi studi confermano l'influenza della masticazione sul senso di sazietà (pdf, 859kb)

"La prima digestione avviene in bocca" non è più solo un detto popolare, ma anche il risultato scientifico dell’indagine condotta dal Centro di Ricerca Nestlé (NRC). Secondo quanto emerso, il tempo passato a masticare provoca una stimolazione orale e gastrica allo stesso tempo che risulta importante nel determinare il senso di sazietà e, di conseguenza, la quantità complessiva di calorie assunte.

  • Novembre 2012 - Edizione Speciale

14 novembre - Giornata Mondiale del Diabete Fronte comune contro il diabete, dagli stili di vita alla ricerca (pdf, 859kb)

Il diabete è un problema che affligge le popolazioni a livello mondiale, una malattia cronica che condiziona tutta la vita e richiede un controllo continuo per evitare l’insorgere di ulteriori complicazioni.

  • Ottobre 2012

Micronutrienti in cerca di un’armonizzazione europea (pdf, 859kb)

La malnutrizione da micronutrienti è diffusa sia nel mondo industrializzato sia nei paesi in via di sviluppo e interessa 2 miliardi di persone di tutte le fasce d’età: particolarmente esposti le donne in età riproduttiva e i bambini. Alla base del fenomeno una dieta sbagliata che in alcuni casi può essere ovviata con una corretta informazione.

  • Settembre 2012

Orzo: nei betaglucani il segreto per combattere il colesterolo (pdf, 859kb)

Numerosi studi hanno provato l'efficacia dell'orzo nel contribuire a ridurre il colesterolo cattivo (LDL), uno dei fattori di rischio delle patologie cardio-coronariche. L'orzo è quindi adatto a far parte di un’alimentazione sana ed equilibrata, ma tuttavia è ancora poco consumato in Italia.

  • Agosto 2012

La Dieta Mediterranea, una risorsa per il benessere di corpo e mente, anche d’estate! (pdf, 1,12mb)

A dimostrare l'efficacia della Dieta Mediterranea un recente studio pubblicato sull’European Journal of Clinical Nutrition ha analizzato come questa, oltre ad essere un valido alleato contro il caldo, sia anche una risorsa per raggiungere un migliore stato di benessere fisico e mentale.

  • Luglio 2012

Sana alimentazione, prevenzione per le malattie non trasmissibili (pdf, 1,12mb)

Le malattie non trasmissibili (conosciute anche come malattie da stili di vita) sono la prima causa di morte di tutti i Paesi del mondo e rappresentano oggi una delle sfide più difficili per tutti i Sistemi Sanitari. Insieme a loro fanno fronte a questo problema le aziende alimentari, impegnate in iniziative di sensibilizzazione e creazione di prodotti in linea con le esigenze dei diversi individui. In quest’ottica è nata la partnership triennale tra Nestlé e l’International Diabetes che si propone di sviluppare un’azione comune per educare alla sana alimentazione e ad un corretto stile di vita fondamentali nel prevenire il diabete e tutte le malattie non trasmissibili.

  • Giugno 2012

Sale: croce e delizia della tavola. Pregi e rischi di uno dei componenti alla base della dieta quotidiana (pdf, 1,10mb)

Il sale fa da sempre parte della tradizione mediterranea ed è oggi un ingrediente a cui spesso è difficile rinunciare. I rischi associati al suo eccessivo utilizzo sono scientificamente provati e i nutrizionisti indicano in 6 grammi di sale al giorno il limite medio da non superare nella dieta.

  • Maggio 2012

Dal centro studi di Vevey l’evidenza che nella percezione del gusto dei cibi anche "l'occhio vuole la sua parte" (pdf, 1,40mb)

Quando si assumono dei cibi, tutti i cinque sensi sono stimolati e contribuiscono simultaneamente nel creare l'esperienza associata al consumo dei pasti. Secondo alcuni esperimenti l’energia contenuta in un alimento non è stimata dall’individuo solo nel momento dell’assunzione dell'alimento stesso, ma è già ipotizzata dal cervello 200 millesimi di secondo dopo aver guardato quanto presente nel piatto.

  • Aprile 2012

Cereali integrali: un aiuto per la perdita di peso e la salute del cuore (pdf, 3,55mb)

Secondo un recente studio europeo, consumare cibi a base di cereali integrali potrebbe aiutare a perdere peso, ridurre i grassi nel corpo e migliorare i livelli di colesterolo. La ricerca, pubblicata dall’autorevole rivista Journal of Nutrition, ha visto la collaborazione di un’equipe di studiosi e scienziati dell’University of Copenaghen, della Danish Technical University di Lyngby e di alcuni Centri di Ricerca privati, tra cui il Nestlé Research Center di Losanna.

  • Marzo 2012

Gli scienziati Nestlé dimostrano i benefici della nutrizione per un veloce recupero fisico dopo l'allenamento (pdf, 3,10mb)

Un'adeguata nutrizione prima e/o dopo l'esercizio fisico è importante per agevolare il recupero nel breve periodo e per preparare il fisico all'allenamento a lungo termine. Questo il risultato del primo di una serie di studi realizzati grazie alla collaborazione tra gli scienziati del Centro di Ricerca Nestlé di Losanna e i principali istituti di ricerca per la performance fisica e la nutrizione sportiva (RMIT University e Deakin University, Melbourne, Australia e McMaster University, Hamilton, Canada).

  • Febbraio 2012

Oltre la caffeina: dai laboratori Nestlé l’evidenza che anche il caffè decaffeinato influirebbe sull'umore (pdf, 3,10mb)

Uno studio Nestlé rivede oggi il ruolo della caffeina che non sarebbe il solo e unico principio presente nel caffè a stimolare effetti benefici sull'umore e sull'attenzione nelle persone. Mentre gli effetti eccitanti della caffeina sul comportamento sono noti, si conosceva poco riguardo agli effetti sul sistema cognitivo dei principi bioattivi presenti nel caffè. Gli scienziati del Centro di Ricerca Nestlé hanno focalizzato alcune delle più recenti ricerche proprio sui potenziali effetti di questi altri componenti sulla funzione del cervello.

  • Gennaio 2012

Etichetta: una bussola per il consumatore (pdf, 3,10mb)

Con l'inizio del 2012, torna rinnovata nel formato e nei contenuti la newsletter di Nestlé Italia: Wellness Report.
In queste pagine vogliamo condividere le ricerche condotte a livello internazionale, nel centro di Vevey, i progetti locali di comunicazione e i temi di attualità nel campo della nutrizione, della salute e del benessere.
Partiamo, in questa edizione, parlando di etichettatura, argomento tornato alla ribalta con la pubblicazione del nuovo regolamento UE.