Torna alle storie
2 Minuti di lettura

Nella frenesia della vita quotidiana, è difficile trovare il tempo per tenere sotto controllo ‘le cose che contano.’ Come facciamo a sapere se i nostri famigliari seguito abitudini sane? Per fortuna, una nuova pubblicazione potrebbe gettare una nuova luce sul modo in cui i bambini si comportano.

Una pubblicazione dell’US Center for Disease Control (Centro USA per il Controllo delle Malattie), ’Preventing Chronic Disease’ (prevenzione delle malattie croniche), ha resi noti i risultati di uno studio sull’alimentazione dei lattanti e dei bambini piccoli (‘Feeding Infants and Toddlers Study’ -FITS). Il FITS è la più ampia indagine condotta negli USA sulle abitudini alimentari, l’alimentazione e gli stili di vita dei bambini piccoli, da 0 a 4 anni. Uno degli aspetti di cui si è occupato lo studio è la conoscenza, da parte dei genitori, di come i bambini si comportano dal punto di vista sanitario.

E’ importante vedere come i genitori considerano le abitudini alimentari e l’attività fisica dei loro figli, conoscere le loro opinioni in merito al se e come i loro famigliari cercano di rispettare le raccomandazioni riguardanti la dieta e l’attività fisica. Questo studio ha esaminato le percezioni dei genitori e i comportamenti dei bambini rispetto alle raccomandazioni del progetto American Academy of Pediatrics (AAP) Healthy Active Living for Families, sostenuto dal Nutrition Institute di Nestlé. Ecco come la realtà si sovrappone alle raccomandazioni:

Mangiare 5 porzioni al giorno di frutta e verdura

 

Comportamenti riscontrati: La maggior parte dei genitori pensava che i loro figli consumassero quantità sufficienti di frutta e verdura. In realtà, solo il 30% dei bambini in età prescolare rispettava la raccomandazione di consumare 5 porzioni al giorno.

Limitare il tempo passato davanti allo schermo a 2 ore al giorno per i bambini sopra i 2 anni. Impedire ai bambini al di sotto dei 2 anni di stare davanti allo schermo.

 

Comportamenti riscontrati: Solo il 2% dei bambini piccoli rispettava la raccomandazione di non stare davanti allo schermo, mentre il 79% dei bambini in età prescolare seguiva la raccomandazione di limitare la permanenza davanti allo schermo a 2 ore o meno.

Cercare di fare almeno 1 ora di attività fisica al giorno

 

Comportamenti riscontrati: Circa il 56% dei bambini piccoli e il 71% dei bambini in età prescolare seguiva la raccomandazione di fare almeno 1 ora di attività fisica al giorno.

Limitare il consumo di bibite zuccherate

 

Comportamenti riscontrati: Circa il 56% dei bambini piccoli e il 52% dei bambini in età prescolare seguiva la raccomandazione di limitare il consumo di bibite zuccherate.


Grazie a questi risultati abbiamo appreso che i lattanti e i bambini in età prescolare non rispettano alcune delle raccomandazioni sulla dieta e l’attività fisica. I genitori stanno facendo del loro meglio per rispettare le raccomandazioni sull’attività fisica e hanno ben compreso che la dieta dei loro figli diventa meno sana a mano a mano che crescono. E’ comunque necessaria un’ulteriore educazione su alcuni comportamenti specifici che non sono all’altezza. “I risultati che abbiamo ottenuto indicano che i genitori hanno bisogno di essere ulteriormente educati e guidati su molti aspetti di un’alimentazione sana,” ha affermato Denise Deming, Ph.D., Senior Principal Scientist di FITS US.

La ricerca FITS colma un notevole vuoto di informazioni. Questa ricerca sostiene Gerber nel suo impegno sulla strada verso l’approfondimento dell’alimentazione per i lattanti e i bambini in età prescolare. Sulla base dei dati della ricerca, Gerber offre prodotti con fondamenti scientifici e validi dal punto di vista nutrizionale. E’ in corso un nuovo studio FITS, che sta raccogliendo dati riferiti a più di 3.000 lattanti e bambini piccoli. Questi nuovi dati aggiorneranno le nostre conoscenze su molti aspetti della dieta e dello stile di vita dei bambini in età prescolare.

Leggete l’articolo CDC originale o approfondite lo studio Feeding Infants and Toddlers Study (FITS).