Nestlé, Facebook e l’uso dei dati del consumatore

Diamo molta importanza alla riservatezza dei dati e stiamo portando avanti diverse iniziative. Il nostro obiettivo è essere in grado di garantire un uso responsabile dei dati dei consumatori nell’ambito delle nostre attività online.

Siamo preoccupati dal potenziale abuso dei dati dei consumatori attraverso Facebook e applicazioni di terze parti, nonostante tali eventi siano accaduti prima che Facebook modificasse le sue politiche sull’utilizzo dei dati.

In qualità di partner chiave, abbiamo instaurato un dialogo costruttivo con Facebook e chiesto dettagli sul riesame che è stato intrapreso e sul modo in cui la piattaforma sarà in grado di garantire una maggiore trasparenza ai suoi utenti. Anche noi stiamo riesaminando dettagliatamente il modo in cui le applicazioni, i siti web e le piattaforme di Nestlé accedono ai dati di Facebook e in che modo è possibile apportare modifiche.

I cambiamenti annunciati finora sono incoraggianti. In particolare, l’accesso limitato da parte di piattaforme di terzi (un riesame avviato su tutte le applicazioni di terze parti aventi accesso ai dati di Facebook attraverso la sua piattaforma di sviluppo – interfacce di programmazione di un’applicazione, API), un migliore controllo della condivisione dei dati (controlli sulle applicazioni), la rimozione dei dati di terze parti in modo tale che gli inserzionisti non possano essere presi di mira su Facebook (le categorie di partner non saranno più disponibili) e un esame più rigoroso della procedura di connessione alla piattaforma (ampiamente utilizzata da siti web e applicazioni come facile mezzo di registrazione).

Sosteniamo le misure annunciate e messe in atto finora e riesamineremo il loro impatto tra due mesi in modo tale che Facebook resti una piattaforma sicura per i consumatori e gli inserzionisti.