Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Alliance for Youth, il progetto di Nestlé e dei suoi partner commerciali per favorire l'occupazione degli under 30 presenta i profili dei lavoratori di domani

Comunicati Stampa
Milano
,
set 25, 2015

Esperto della logistica, designer tecnico, accoppiatore e fustellatore 2.0, venditore del futuro, esperto e-commerce, solution designer, data scientist, consulente dell’innovazione, development engineer: sono solo alcune delle nuove professioni che possono offrire slancio all’industria del Paese.

Alliance for Youth, il progetto europeo portato avanti da Nestlé e da alcuni i suoi partner commerciali a favore dell’occupazione giovanile ha presentato oggi i risultati di un anno di attività in cui ha generato circa 3500 nuove opportunità, su un obiettivo di 5000 entro il 2016.

Le aziende di Alliance for Youth hanno voluto lanciare un’ulteriore riflessione sull’occupazione under 30 presentando i Mestieri d’Italia, ovvero quelle professioni che possono contribuire a dare risposta alle capacità e competenze che le industrie ricercano sul territorio per dare fattiva energia alla crescita del Paese.

“Mestieri che sono inseriti all’interno delle nostre filiere produttivedichiara Giacomo Piantoni, Direttore Risorse Umane del Gruppo Nestlé in Italia - e che non sono abbastanza conosciuti perché fino ad oggi poco valorizzati o perché di fatto totalmente nuovi o rinnovati nel loro modo di essere”.

Dai Mestieri d’Italia emergono così figure del tutto nuove o interessanti ibridazioni digitali di vecchi mestieri che si stanno evolvendo insieme all’industria.

Il “venditore del futuro”, ad esempio, lascia a casa la valigetta per il tablet. Ha una formazione in area economica, ingegneria o in scienze sociali ed è capace di raccogliere, analizzare e collegare informazioni e dati e per fornire nuove idee e nuovi approcci, oggi già spazia dalla distribuzione tradizionale alle nuove frontiere dell’ e-commerce e del digitale.

Alliance for YOUth

Nel Paese rinomato per il senso del gusto e del design c’è oggi spazio per il “designer tecnico”, che utilizza la sua formazione in area disegno tecnico o architettura per progettare per l’industria. Ha una mente molto dinamica e flessibile che si adatta facilmente a capire i diversi bisogni delle aziende clienti e dei consumatori finali, con una visione approfondita dell’intero ciclo di vita del prodotto.

E se l’innovazione è il driver più importante della crescita delle nostre industrie i giovani possono dare un contributo fondamentale a questo processi: ll “solution designer” è un ingegnere dell’innovazione, in grado di sviluppare l’efficienza dei clienti; il “product developement engeneer” opera nella Ricerca e Sviluppo integrando capacità gestionali, relazionali e logiche; Il “consulente dell’innovazione” lavora in team preferibilmente under 30, ha interessi trasversali in fashion, moda, beni di largo consumo, retail e può avere un background formativo che spazia in diversi ambiti come process engineers, software engineers, technology, experience design, graphic design.

Alliance for YOUth

Nei Mestieri d’Italia c’’è poi spazio per lo statistico, ma che non vive di soli numeri e si appassiona alle scienze sociali: il “data scientist” riesce a calare i dati nella realtà sociale in evoluzione e grazie a questo sanno creare approcci di calcolo nuovi.

I nuovi Mestieri d’Italia si formano sul campo, attraverso la frequentazione delle linee produttive delle aziende: “l’esperto della logistica”, ad esempio è un ingegnere o un diplomato che conosce i macchinari utilizzati nella linea produttiva e nelle piattaforme logistiche. Progetta e gestisce sistemi in cui le variabili tecnologiche interagiscono in modo complesso con quelle economiche e organizzative per la gestione ed il trasporto delle merci.

Mestieri nuovi ma anche professioni rinnovate: “l’accoppiatore e il fustellatore 2.0” hanno conoscenze di meccanica ed elettronica, parlano bene l’inglese per un corretto utilizzo dei software e per poter relazionarsi con i tecnici della case produttrici dei macchinari, che sono oggi aziende internazionali.

Una carrellata di nuovi mestieri che “fanno l’Italia” grazie a un approccio “duale” alla formazione dove le aziende diventano un vero e proprio “prolungamento” dell’aula scolastica e universitaria. Un approccio nuovo, quello di Alliance for Youth, in cui il lavoro sul campo diventa catalizzatore per ampliare le competenze dei ragazzi e offrire loro maggiori parametri per fare scelte di carriera concrete e consapevoli.

Scopri di più sulle aziende italiane aderenti ad Alliance for Youth in Italia:

Accenture
Arti Grafiche Reggiane & LAI
CHEP
DHL Supply Chain 
Dimension Data
DS Smith 
FM Italia 
Gi Group 
Inalca 
Nielsen 
Praesidium 
Publicis 
Sit Group

Scopri di più sul progetto Nestlé needs YOUth e su Alliance for Youth

Per ulteriori informazioni:

Gruppo Nestlé
Il Gruppo Nestlé è leader a livello mondiale in Nutrizione, Salute e Benessere, con 447 stabilimenti e circa 339.000 collaboratori distribuiti in oltre 197 Paesi e una vendita quotidiana di oltre 1 miliardo di prodotti, frutto della tradizione e della più avanzata ricerca nutrizionale al mondo. Le dimensioni e la responsabilità di mercati così ampi e diversi fra loro si traducono nell’impegno a sviluppare e garantire un corretto approccio alla nutrizione ed ad un corretto stile di vita, che non può prescindere da un’equilibrata alimentazione e idratazione.

Il Gruppo Nestlé è presente in Italia dal 1875, quando è stata depositata a Milano l’etichetta “Farina Lattea Nestlé, alimento completo per i bambini lattanti”. Nestlé Italiana, Sanpellegrino, Purina, Nespresso, Nestlé Nutrition e Nestlé Health Science, Nestlé Professional e CPW sono oggi le principali realtà che operano sul nostro territorio: assieme impiegano circa 5.500 dipendenti in 14 stabilimenti (oltre alla sede centrale di Assago), raggiungendo nel 2014 un fatturato totale di circa 2,2 miliardi di euro.

Per informazioni:

Manuela Kron
Direttore Corporate Affairs Gruppo Nestlé in Italia
E-mail: [email protected]

Maria Chiara Fadda
Relazioni esterne Nestlé
Tel. +39 02 8181 7224
Cel. +39 346 6324729
E-mail: [email protected]

Delia Ciccarelli
MSL Italia
Tel. +39 3483179924
E-mail: [email protected]

Laura Piovesan
MSL Italia
Tel. +39 3357390159
E-mail: [email protected]

Article Type