Gli agricoltori nigeriani aiutano Nestlé ad affrontare la carenza di micronutrienti

ago 27, 2012
Farmers in West Africa Approvvigionamento di mais: Nestlé lavora con gli agricoltori in Nigeria e Ghana per migliorare la qualità dei chicci di cereali.

Un recente studio commissionato da Nestlé ha analizzato come i prodotti a base di latte e cereali, arricchiti di ferro e di una combinazione di altri micronutrienti, siano fondamentali per la salute delle popolazioni che seguono una dieta a basso apporto di vitamine e minerali essenziali.

Viene infatti stimato che circa il 30% della popolazione mondiale soffra di malnutrizione legata alla carenza dei quattro elementi fondamentali per il nostro organismo: ferro, vitamina A, iodio e zinco.

La malnutrizione colpisce in particolare le popolazioni dei Paesi in via di sviluppo,come Africa, Asia, America Latina ed Europa orientale, con conseguenze molto serie legate alla salute.

Nestlé, da anni attiva nella lotta della malnutrizione, si impegna ora in Nigeria dove migliaia di agricoltori forniscono il grano per una nuova gamma di cereali Nestlé pronti-da-mangiare, creati per aiutare ad affrontare due delle principali carenze di micronutrienti del Paese.

L’azienda utilizza il mais dei produttori locali come principale ingrediente per i suoi Golden Morn, cereali arricchiti con ferro e vitamina A.

La nuova gamma, lanciata recentemente in Nigeria, è parte del costante impegno di Nestlé per arricchire di micronutrienti i suoi prodotti più conosciuti nei mercati in cui vi è la necessità.

Questo fa seguito al lancio da parte dell’azienda della versione arricchita con ferro dei suoi dadi e tavolette da brodo Maggi in Africa Centrale e Occidentale (CWAR) all’inizio di quest’anno.

Grande espansione

"Golden Morn" è uno dei brand più famosi di cereali pronti-da-mangiare in Nigeria", ha affermato Christian Abboud - Business Executive Manager per la categoria dei prodotti freschi di Nestlé in CWAR. “Più di 210 milioni di porzioni sono consumate ogni anno nel Paese”.

“Arricchendo il prodotto, offriamo a milioni di famiglie nigeriane l’opportunità di aumentare l’assunzione di due micronutrienti essenziali come parte della loro colazione giornaliera”.

"Il nostro obiettivo è quello di avere un impatto positivo lungo tutta la catena del valore, non solo sulle diete della popolazione locale, ma anche sulle condizioni di vita degli agricoltori con i quali lavoriamo."

“Grazie all’arricchimento del prodotto, offriamo a milioni di famiglie nigeriane la possibilità di aumentare l’assunzione di due micronutrienti essenziali come parte della loro colazione quotidiana." Christian Abboud, Business Executive Manager per la categoria dei prodotti freschi di Nestlé in CWAR.

Conseguenze delle carenze

Circa un terzo dei bambini in età prescolare in Nigeria hanno carenza di vitamina A, mentre più di tre quarti soffrono di carenza di ferro.

I bambini e le donne incinte sono particolarmente esposti alla carenza di ferro perché necessitano di livelli più alti di questo minerale per la crescita.

Le conseguenze di una carenza a lungo termine di ferro nella dieta possono comportare una compromissione dello sviluppo mentale nei bambini e un indebolimento della funzione immunitaria.

Nestlé si impegna per aiutare a ridurre il peso globale delle carenze di micronutrienti arricchendo adeguati prodotti alimentari con vitamine e minerali specifici che mancano nelle diete delle popolazioni locali.

Attraverso questo approccio, nel 2011 l’azienda ha fornito a livello mondiale 53 miliardi di porzioni di ferro, 102 miliardi di iodio, 35 miliardi di vitamina A e 14 miliardi di zinco.

Grani di miglior qualità

Golden Morn è prodotto nello stabilimento Nestlé di Agbara, in Nigeria.

Gli agricoltori locali che forniscono il granturco per questo prodotto sono coinvolti nel progetto aziendale’s ‘Grains Quality Improvement Project’. per il miglioramento della qualità dei cereali.

L’iniziativa, lanciata da Nestlé in collaborazione con l'International Institute of Tropical Agriculture, mira a ridurre i livelli di micotossine naturali che si trovano nei chicchi di cereali.

Gli agricoltori in Nigeria e Ghana, attraverso la formazione, imparano a seguire pratiche semplici ed efficienti per evitare che i loro raccolti vadano persi a causa di queste contaminazioni, mentre i fornitori di cereali vengono formati sui migliori metodi di deposito.

Dal suo avvio nel 2009, circa 30.000 agricoltori hanno preso parte al progetto beneficiando di maggiori rendimenti e prezzi più alti per grani più sani e di qualità migliore.


Informazioni Correlate:
Nestlé nelle regioni dell’Africa centrale e occidentale

Leggi di più su Nestlé e l’arricchimento con micronutrienti:
Nuovi studi rivelano i benefici di latte e cereali arricchiti con multi-micronutrienti
Nestlé aiuta ad affrontare la deficienza da micronutrienti in Africa con i nuovi dadi Maggi
Nestlé guida la nutrizione con i “Cooking Caravans” in Africa