Imprese nel cuore della società: Forum sulla Creazione di Valore Condiviso 2014

ott 13, 2014
Forum CSV 2014 Valore Condiviso: il business deve concentrarsi sulla creazione di valore a lungo termine per gli azionisti e le società.

Le aziende devono abbandonare la visione limitata al breve periodo e privilegiare invece la creazione di valore a lungo termine, sia per gli azionisti che per la società, ha affermato il CEO di Nestlé Paul Bulcke in occasione del Forum sulla Creazione di Valore Condiviso organizzato ogni anno dall'azienda.

"La crisi mondiale del debito è stata, per molti versi, una crisi dei valori", ha dichiarato Bulcke durante il suo intervento presso il Centro di Ricerca Nestlé di Losanna, in Svizzera.
Secondo il CEO di Nestlé, una combinazione tra visione olistica, obiettivi a lungo termine e un ritorno a valori forti e chiari, basata sul rispetto, rappresenta l'unica via da seguire.

Il Forum di quest'anno, tenutosi in presenza del Presidente della Confederazione svizzera Didier Burkhalter e organizzato in collaborazione con la Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (UNCTAD), era incentrato sul nuovo ruolo che le imprese possono svolgere nelle società in cui operano.

"Troppe persone e aziende sono state persuase o costrette a dare la priorità a obiettivi egoistici di breve periodo e abbiamo assistito a uno spostamento dell'interesse generale verso i vantaggi personali immediati (io-ora) a discapito dei vantaggi comuni a venire (noi-domani)", ha precisato Bulcke.

"I dirigenti aziendali devono dimostrare rispetto riprendendo quello che è il ruolo originario dell'impresa – la creazione di valore per la società nel suo complesso in una prospettiva a lungo termine."

Accelerare lo sviluppo

Oltre 20 esperti di rilievo internazionale, in rappresentanza delle istituzioni, del mondo accademico, imprenditoriale e della società civile, si sono uniti a centinaia di partecipanti al Forum per discutere insieme delle possibili sinergie che possono accelerare lo sviluppo sostenibile nelle tre aree di intervento prioritarie: nutrizione, risorse idriche e sviluppo rurale.

Nestlé crede che un'azienda, per avere successo a lungo termine e creare valore per i propri azionisti, deve creare valore per la società.

Nestlé ha annunciato che Honey Care Africa, un'azienda dell'Africa orientale operante nel commercio equo e solidale del miele che collabora con 35.000 agricoltori in Sud Sudan, si è aggiudicata il Premio Nestlé per la Creazione di Valore Condiviso.
Il Premio, un investimento pari a 500.000 CHF suddivisi tra il vincitore e i secondi classificati, ricompensa le aziende innovative che creano valore per le comunità in cui operano lottando contro i problemi nel campo della nutrizione, delle risorse idriche o dello sviluppo rurale.
Madison Ayer di Honey Care Africa, che si prefigge di aiutare gli agricoltori del Sud Sudan a intraprendere l'attività di apicoltori, si è detto felice di questa vittoria.

"Il Premio Nestlé per la Creazione di Valore Condiviso è un grande riconoscimento dell'impegno e della passione che animano il nostro team, gli agricoltori e i consumatori in Africa", ha dichiarato. "L'aspetto ancora più entusiasmante per noi è l'opportunità di instaurare un rapporto di collaborazione duraturo con Nestlé, combinando le risorse locali della nostra catena di approvvigionamento sostenibile con le risorse globali e il know-how di Nestlé."

Acqua in primo piano

Durante il dibattito sulle risorse idriche, il Presidente di Nestlé Peter Brabeck ha rivolto all'assemblea le seguenti parole: "Crediamo che l'accesso universale all’acqua potabile totalmente sicura, non semplicemente migliorata, possa realizzarsi entro il 2025", aggiungendo che l'obiettivo concomitante da perseguire dovrebbe garantire l'accesso a servizi igienico-sanitari migliorati ad almeno 120 milioni di persone in più all'anno.

Nestlé, prima azienda a diventare partner dell'IFRC (International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies), collabora con la Federazione fin dal 2006, adoperandosi in particolare per migliorare l'accesso all'acqua delle comunità rurali.

In occasione del Forum, Nestlé ha annunciato anche di aver rinnovato questa collaborazione di lunga data, impegnandosi a finanziare l'IFRC con un contributo di 5 milioni di CHF in cinque anni.

Bulcke ha dichiarato che entrambe le parti hanno potuto avvalersi reciprocamente della rispettiva esperienza.

"Puramente filantropico agli inizi, il rapporto che ci lega si è evoluto e oggi incarna il nostro modello aziendale basato sulla Creazione di Valore Condiviso generando cambiamenti duraturi per le comunità vicine ai nostri siti produttivi", ha sottolineato.

Il Segretario generale dell'IFRC, Elhadj As Sy, ha dichiarato che lo staff e i volontari dell'organizzazione sono sempre rimasti al fianco delle comunità locali per contribuire ai loro sforzi di far fronte alle sfide umanitarie con incessanti attività di prevenzione delle crisi, reazione e ripristino.

"Il nostro lavoro in materia di impianti idrici e igienico-sanitari è una componente essenziale del continuum della nostra opera e siamo entusiasti di collaborare con Nestlé su questo fronte. L'accesso all'acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari crea condizioni propizie al miglioramento della salute e della qualità della vita", ha aggiunto.

Grazie a questa collaborazione, 100.000 persone nelle comunità di coltivatori di cacao in Costa d'Avorio ora hanno accesso ad acqua potabile e a impianti igienico-sanitari.

Nestlé ha annunciato di voler espandere il suo progetto idrico-sanitario al vicino Ghana e sponsorizzare la produzione del "World Disaster Report", la relazione annuale dell'IFRC sulle catastrofi avvenute nel mondo.

Informazioni correlate:

Nestlé e il CSV Forum 2014

Nestlé nella Società - Profilo CSV Italia 2013

Nestlé e lo sviluppo rurale

Nestlé nella società: Report 2013 sulla creazione di valore condiviso (PDF - 2,81mb)

International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies

Honey Care Africa

Notizie correlate:

Nestlé sostiene l'iniziativa "Caring for Climate" al summit dell'ONU

Forum Nestlé sulla Creazione di Valore Condiviso: la storia di un coltivatore di caffè

Nestlé annuncia i finalisti del Premio CSV 2014