Lavorare in Nestlé 

In Nestlé crediamo che il corretto bilanciamento tra vita personale e lavorativa favorisca un ambiente di lavoro più sereno e sicuro e faciliti il coinvolgimento delle persone nel conseguimento degli obiettivi dell’azienda: per questo abbiamo sviluppato una serie di iniziative di “conciliazione” rivolte a migliorare il “work life balance” di tutti i nostri collaboratori:

  • Il Maternity Kit, per fornire ai futuri genitori le linee guida per gestire al meglio il proprio periodo di maternità/paternità all’interno dell’azienda.
  • Il congedo di paternità, che dal 2012 ha permesso ai neo-papà di usufruire di due settimane con il 100% della retribuzione, in aggiunta ad altri 3 giorni già riconosciuti in precedenza. Ad oggi hanno usufruito dell’iniziativa, la prima di questo genere in Italia, 173 collaboratori.
  • Il part-time, proposto spesso come modalità di rientro a tutte le neo-mamme, senza ripercussioni sul percorso di carriera.
  • Il telelavoro, che permette di lavorare da casa e che può essere attivato su base volontaria e reversibile.
  • Il Lavoro Agile, che permette di lavorare occasionalmente in luoghi differenti dal proprio ufficio: opportunità di cui dal 2012 ad oggi hanno usufruito i collaboratori Nestlé per un totale di 21.487 giornate.
  • Il Progetto “90 giorni”, che consente di ospitare in azienda i bambini tra i 3 e i 14 anni durante il periodo in cui le scuole sono chiuse (circa 90 giorni all’anno). L’iniziativa si aggiunge alla disponibilità per i neo–genitori che lavorano presso il Campus di Assago e lo stabilimento di San Sisto (PG) di un Asilo Nido per i più piccoli.