Nestlé e le risorse idriche in Michigan

16 febbraio 2016

In merito alla petizione pubblicata sul sito “Sum of Us” - secondo cui Nestlé starebbe danneggiando il sistema idrico pubblico del Michigan e in particolare della città di Flint - l'azienda precisa come l'accusa sia priva di alcun fondamento.


Innanzitutto ci preme precisare che siamo fortemente impegnati in una gestione responsabile dell'acqua. Le nostre pratiche includono infatti un attento monitoraggio delle sorgenti che ci consente sia di identificare qualsiasi potenziale rischio sia di intraprendere azioni immediate per evitare un impatto negativo sul sistema acquifero locale.

In particolare, Nestlé Waters North America attinge l'acqua da quattro falde sotterranee del bacino del fiume Muskegon, che vengono monitorate con attenzione per garantire sostenibilità a lungo termine. Esperti geologi valutano, infatti, un’ampia gamma di indicatori a livello locale e regionale, tra cui quelli relativi alle falde sotterranee e alle acque di superficie, per assicurare una gestione sostenibile delle risorse idriche.

In ogni caso il Gruppo si impegna a garantire alla comunità acqua sicura, pulita e potabile, donando da ottobre 2015 acqua in bottiglia a organizzazioni locali che si sono occupate di redistribuirle ai cittadini di Flint.

Infine, sin dal 1928 Nestlé contribuisce attivamente all’economia del Michigan, attraverso lo stabilimento di prodotti a marchio Gerber di Fremont e tramite le attività condotte nella Contea di Mecosta. Il Gruppo, che conta complessivamente 1.974 dipendenti in tutto lo Stato del Michigan, si impegna e continuerà a impegnarsi in varie iniziative a supporto delle comunità locali.