Nestlé Waters Nord America criticata per il prelievo e l'utilizzo dell'acqua della riserva indiana in California

In questi giorni sta circolando in rete la notizia secondo la quale Nestlé in California, attraverso il proprio stabilimento di Cabazon, sfrutterebbe le risorse idriche della riserva degli indiani Morongo.

Ci teniamo quindi a precisare che:

  • Il nostro stabilimento di imbottigliamento e la sorgente si trovano nella parte orientale di Riverside County, all'interno della riserva della Tribù degli indiani Morongo, con i quali abbiamo ovviamente concluso un accordo commerciale per l’utilizzo delle acque sotterranee provenienti da una falda presente nella loro riserva;
  • La capacità massima di prelievo di acqua dello stabilimento di Cabazon all’anno è equivalente a meno di 1,200 acre-feet di acqua (400 milioni di galloni), sebbene di fatto da sempre ne preleviamo una quantità ben inferiore. Per avere un’idea, nella vicina Coachella Valley, ogni anno vengono utilizzati più di 100,000 acre-feet di acqua (33 miliardi di galloni) solo per innaffiare i campi da golf (Management Plan di Coachella Valley aggiornato al 2010);
  • Da aprile abbiamo messo in atto un ulteriore piano di flessibilità per il prelievo dell’acqua in rapporto alle condizioni di siccità della zona. I prelievi vengono limitati a seconda delle condizioni rilevate dal nostro programma di monitoraggio continuo che attualmente non mostra un impatto negativo sulle nostre sorgenti o sulle fonti sotterranee della zona;
  • Infine, come in tutti i nostri impianti di imbottigliamento dell'acqua negli Stati Uniti e nel mondo, monitoriamo strettamente i livelli delle acque sotterranee e l'uso dell’acqua estratta dalle falde acquifere e ogni mese segnaliamo agli organi di governo competenti, che in questo caso sono rappresentati proprio dalla Tribù. Inoltre, abbiamo delle riunioni periodiche per discutere sulle condizioni locali e sugli sforzi per la conservazione dell'acqua con gli esponenti della Tribù degli indiani Morongo delegati e con un funzionario di terzo proveniente da un’agenzia regionale per le risorse idriche del Southern California.
Crediamo fortemente nella gestione responsabile dell’acqua e condividiamo pienamente le preoccupazioni sull’uso e sulla disponibilità di questa preziosa risorsa, specialmente durante i periodi di siccità. Le nostre pratiche di gestione di lungo periodo delle acque includono un attento monitoraggio delle sorgenti che ci consente sia di identificare qualsiasi potenziale rischio sia di intraprendere azioni immediate per evitare un impatto negativo sul sistema acquifero locale.

Nestlé si impegna e continuerà ad impegnarsi affinché anche questa riserva idrica venga gestita in modo sostenibile a lungo termine.