La petizione di SumOfUs per l'acqua in Pakistan

Recentemente è stata lanciata una petizione online per chiedere a Nestlé di mettere fine al prelevamento dell’acqua in Pakistan. Secondo quanto riportato, Nestlé sarebbe responsabile dell'inaridimento delle falde acquifere del Pakistan e di quelle nella regione di Bhati Dilwan in particolare, nei pressi dello stabilimento di Sheikhupura.

Respingiamo fermamente le accuse che ci vengono mosse. Gli studi effettuati sulle risorse idriche dimostrano che l'impianto di imbottigliamento Nestlé situato a Sheikhupura non ha alcuna incidenza rilevabile sui livelli delle acque freatiche. A differenza delle migliaia di pozzi sfruttati da altri operatori nella regione, infatti, lo stabilimento estrae acqua solo da due pozzi e un’attività di monitoraggio continuo assicura la conservazione del potenziale della falda acquifera. Al contrario, la maggior parte delle acque freatiche, addirittura oltre il 95%, viene utilizzata per l'agricoltura, spesso senza alcun tipo di controllo.

Nestlé si impegna da sempre e in tutto il mondo a promuovere la gestione responsabile delle risorse idriche, come dimostra la pubblicazione di “The Nestlé Commitment on Water Stewardship” (Impegno Nestlé per la gestione delle risorse idriche), un documento che fornisce le linee guida per la gestione responsabile dell’acqua. Conduciamo accurate valutazioni sul campo con metodi scientificamente convalidati per misurare l'impatto potenziale delle nostre attività sul diritto delle comunità locali di accedere all'acqua e sulla disponibilità a lungo termine delle risorse idriche.

Crediamo, infatti, fermamente che l'accesso all'acqua sia un diritto umano fondamentale: ogni persona ha diritto di accedere all'acqua potabile per soddisfare le sue esigenze di idratazione e d'igiene. Questa convinzione è espressa chiaramente nei nostri Principi Aziendali e costituisce una delle priorità illustrate nel report Nestlé in Society: Creating Shared Value and Meeting our Commitments (Nestlé nella società: il nostro impegno nel 2012 per la Creazione di Valore Condiviso). A testimonianza di questo impegno, Nestlé Pakistan ha costruito sei impianti di filtraggio dell'acqua, due dei quali forniscono acqua potabile a oltre 10.000 persone proprio nella regione di Sheikhupura. Siamo tuttavia convinti che i problemi idrici locali non possono essere affrontati da un solo operatore, ma richiedano l’impegno di tutti coloro che sono attivi sul territorio: per questo siamo sempre disponibili a collaborare con tutti i soggetti concretamente interessati a migliorare la gestione delle risorse idriche.