Osservatorio ADI-Nestlé: lo stile di vita delle donne italiane penalizzato

Tra i risultati dell'Osservatorio ADI – Nestlé, un'analisi mirata sullo stato di forma fisica e sulle abitudini alimentari degli italiani con oltre 13.000 persone monitorate, emerge che le donne, seppur più attente degli uomini al proprio stile di vita, sono anche le più penalizzate dal sistema.
Comunicati Stampa
Milano,

Per il 62% delle intervistate è infatti importante un'alimentazione varia ed equilibrata – contro il 56% degli uomini; controllano periodicamente il proprio peso (41% a fronte di un 31% per i maschi) e riescono a seguire con continuità a tavola le regole basilari per mantenere un corretto stile di vita (48% contro 43). La "parte migliore" del mondo consuma più verdura (34% tutti i giorni contro il 25 dei signori uomini), yogurt (56% ogni giorno mentre gli uomini si fermano al 43%) e considera l'acqua come prima bevanda (il 49% la elegge ad unica bibita).

Il sistema non aiuta

I guai però iniziano quando si passa dai contenuti dell'alimentazione alle corrette pratiche per mantenere e rafforzare il proprio benessere psicofisico e un corretto stile di vita. Le donne di oggi, contemporaneamente lavoratrici, madri e mogli fanno una vita sedentaria e poco movimento (41% mentre tra gli uomini solo il 31% si dichiara poco attivo) e solo il 25% fa sport più o meno con regolarità (la percentuale sale al 39% tra i maschi).

“E' un dato confermato anche dalla pratica medica di tutti i giorni" ha dichiarato Giuseppe Fatati, coordinatore scientifico dell'Osservatorio e past president ADI "ed è una situazione negativa per le donne del nostro paese. L'invito è quello di prendersi il proprio tempo e di dedicarsi un po' di più a se stesse imponendo ai propri compagni di dividere gli oneri del governo della famiglia".

Piccoli accorgimenti per ritagliarsi spazio per sé

Ci sono però dei piccoli accorgimenti che si possono adottare: una camminata all'aria aperta, una nuotata o gli esercizi in palestra rappresentano certamente l'azione ideale, ma nei giorni troppo stressanti e nei quali l'orario in ufficio si allunga si può optare per la Desk Gym, il kit di esercizi creati da Giovanni Cioffi, il personal trainer che Nestlé ha messo a disposizione dei propri dipendenti. Servono solo una scrivania e una sedia:

  • Seduti sulla sedia fate leva sulle braccia appoggiate ai braccioli per una serie di piegamenti sulle gambe. 2 x 10 ripetute
  • State in piedi con il fianco parallelo alla scrivania. Appoggiate il braccio sulla stessa scrivania e slanciate la gamba tesa all'esterno. Utile per stimolare i glutei. 2 x 20 ripetute.
  • Sempre con il fianco parallelo alla scrivania appoggiare il braccio e fate dei piegamenti sulle ginocchia, respirando quando flettete e espirando quando risalite. 3 x 10 ripetute.
  • Ora passiamo alle braccia.... dando la schiena alla scrivania oppure alla sedia (se non ha le rotelle) appoggiare le braccia e fate dei piegamenti sulle ginocchia. Respirate quando flettete e espirate quando risalite. Per spalle e tricipite. 3 x 10 ripetute.
  • Per gli addominali: seduti in equilibrio sul bordo della sedia allungare e flettere le gambe espirando in chiusura. 2x 15 ripetute.
  • Stretching alle gambe, appoggiando il piede sulla scrivania oppure sulla sedia, gamba tesa e espirare nella fase di stretching per un massimo di 30".
Buon divertimento per un movimento costante ma gentile. Non fate movimenti bruschi. Non sostituisce l'attività all'aperto e la palestra ma è utile a tenersi in esercizio e a tenere "caldi" i muscoli anche in ufficio.

 

Per ulteriori informazioni:

Maria Letizia Balducci
Nestlé
Tel. +39 02 81817406
E-mail: [email protected]

Davide Sicolo
Edelman
Tel. +39 02 63116241
E-mail: [email protected]