Trattamento delle acque reflue

Il nostro impegno: trattare efficacemente le nostre acque di scarico



Trattamento delle acque reflue

Ci impegniamo a trattare in maniera responsabile i reflui generati dalle nostre attività e a rispettare i più severi criteri di qualità prima di reintrodurli nell'ambiente. Se possibile, utilizziamo gli impianti di depurazione pubblici esistenti, ma in caso di strutture assenti o che non soddisfano i nostri requisiti, adoperiamo gli impianti di trattamento aziendali.


Il nostro obiettivo

Entro il 2016: applicare i nuovi requisiti ambientali Nestlé per la qualità dell'acqua e lo scarico dei reflui in tutti gli stabilimenti.


I nostri progressi

Abbiamo adottato requisiti ambientali più severi per la qualità dell'acqua e lo scarico dei reflui, applicati da tutti gli stabilimenti per andare oltre la semplice conformità alle leggi nel rispettare l'ambiente in tutte le nostre attività. Nel 2015 abbiamo approvato un investimento di 19,4 milioni di CHF per attuare misure di conservazione dell'acqua più efficienti, per costruire o potenziare gli impianti di depurazione e abbiamo irrigidito i requisiti qualitativi imposti alle nostre installazioni di trattamento delle acque reflue. Negli ultimi dieci anni abbiamo quindi investito circa 400 milioni di CHF per realizzare progetti di risparmio idrico nei nostri stabilimenti.

Controlliamo la qualità dell'acqua e i reflui a cadenza mensile e utilizziamo un cruscotto specifico per analizzare le tendenze a lungo termine e individuare le possibilità di miglioramento.

Dal 2015, le acque reflue per tonnellata di prodotto sono diminuite del 56%. Nel 2015 le quantità sono scese ancora dell'8,2%, mentre la qualità è migliorata del 2,3% con un valore COD (domanda chimica di ossigeno) di 70 mg per litro.

Nel 2015 ci siamo classificati nella categoria Leadership con punteggio A– nell'indice CDP per l'efficacia del nostro approccio alla gestione dell'acqua e alla mitigazione del rischio idrico.


Contenuti correlati