Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Trasporto intermodale per abbattere le emissioni di CO

Trasporto IntermodalePer il trasferimento e la commercializzazione in Germania, Francia, Belgio, Svizzera e Gran Bretagna dei prodotti S.Pellegrino e Acqua Panna è diventato negli anni una realtà consolidata. Si tratta del “trasporto intermodale”, un sistema fortemente incentivato dal Gruppo Sanpellegrino e in grado di avvalersi, nel medesimo viaggio, sia del classico trasporto su gomma sia del più ecologico trasporto su rotaia.

Pensato per soddisfare le esigenze di trasporto che riguardano le lunghe tratte, il sistema intermodale si rivela la tecnica più sostenibile ed ecologica, in grado di abbattere drasticamente le emissioni di anidride carbonica. Ad ogni invio, la merce viene caricata su una cassa mobile (o un semi-rimorchio) di un automezzo in prossimità dello stabilimento e trasportata per i primi 50-100 km massimo sino al raggiungimento dello scalo (o hub) intermodale. Qui la stessa cassa mobile viene sollevata e posizionata direttamente sul treno merci che trasporterà il carico all’arrivo, in un secondo hub intermodale vicino alla località di consegna, dove verrà recapitata al cliente con un ulteriore automezzo.

Il breve tratto dallo stabilimento al primo hub e dal successivo sino alla consegna della merce al cliente è definito “ultimo miglio”, pari a circa 100-200 km.