Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Energie rinnovabili e Nestlé: il progetto Sole Amico

Investire in nuove forme di energie rinnovabili ed ecosostenibili per un migliore equilibrio con il territorio.

Progetto Sole AmicoNestlé Italiana da anni è impegnata nella riduzione dei consumi energetici e in particolare delle emissioni di CO₂. A partire dal 2010 è stato sviluppato il progetto Sole Amico, dedicato all’utilizzo di energie alternative provenienti da fonti rinnovabili. Nello specifico prevede l’installazione di parchi fotovoltaici per la produzione di energia solare pulita da utilizzare in alcuni siti produttivi di Nestlé Italiana.

Gli stabilimenti attualmente interessati sono quelli di San Sisto, Ferentino e Benevento.

Nel caso di San Sisto, con Sole Amico è stato possibile ottenere ottimi risultati grazie all’installazione di pannelli solari e di un impianto energetico di trigenerazione per la produzione di energia elettrica, vapore, acqua calda e acqua fredda per il condizionamento. L’impianto, collocato a copertura del parcheggio dello stabilimento, è composto da 2.240 pannelli fotovoltaici, per una superficie attiva di 6 mila metri quadrati e una potenza installata di più di 450 KWp in grado di produrre fino a 570 mila Kwh di energia all’anno, direttamente destinata alla produzione. Grazie a questo sistema di risparmio energetico è possibile auto-produrre il 90% dell’energia elettrica necessaria allo stabilimento, abbassando notevolmente le emissioni di CO₂. La produzione di tale quantità di energia elettrica da fonte rinnovabile, ottenuta senza utilizzo di combustibili fossili, permette di:

  • disporre di energia senza alcuna emissione di sostanze inquinanti locali
  • evitare emissioni equivalenti per 319 t di CO₂/anno
  • non bruciare 51 Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP)
  • soddisfare i fabbisogni annui di 200 nuclei familiari

A maggio 2011, invece, è stato inaugurato, con il supporto tecnico della società Solar Green Energy, il parco fotovoltaico presso lo stabilimento di Ferentino, l’unico in Italia a presentare nello stesso sito tre diverse tecnologie di fotovoltaico (fisso al suolo, con inseguitori ed integrato). Una parte dell’impianto è collocata a copertura del parcheggio dello stabilimento, mentre i pannelli ad inseguitore sono stati collocati in un’area dedicata. Questi ultimi sono in grado di seguire il percorso del sole durante tutta la giornata, riuscendo così a massimizzare l’insolazione complessiva e a sfruttarla a vantaggio della produzione dell’energia elettrica. In totale, l’impianto è composto di 7.680 moduli fotovoltaici per una superficie attiva di 13.000 m2 e una potenza installata di più di 2.000 KWp, in grado di produrre fino a 2.5 GWh di energia. Questo quantitativo consente di soddisfare circa il 14% del fabbisogno energetico dello stabilimento (l'equivalente di quanto serve per le esigenze di circa 750 abitazioni) e di ridurre le emissioni di CO₂ per una somma pari a circa 1.500 tonnellate all'anno.

Nestlé Italiana da quest’anno ha scelto anche di rifornirsi esclusivamente di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, grazie all’accordo con il fornitore e all’acquisto dei certificati RECS - Renewable Energy Certificate System. I RECS sono un'iniziativa a livello europeo, su base volontaria, volta al sostegno e al riconoscimento del valore ambientale dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e attestano la produzione di elettricità da fonti rinnovabili, come definite dalla direttiva comunitaria 2001/77 (tra tutte le fonti Nestlé sceglie eolico, fotovoltaico e idroelettrico).