Nestlé si impegna ad aumentare il riciclaggio della plastica nell'Unione Europea

Nestlé si è impegnata ad aumentare in modo significativo la quantità di plastica riciclata che usa attualmente in alcuni dei suoi imballaggi nell’Unione Europea.

Comunicati StampaMilano,set 27, 2018

Riciclaggio plastica 

Entro il 2025 le bottiglie, i laminati in PET, i tappi dei barattoli in vetro e delle lattine, i vassoi per i prodotti a base di carne e il termoretraibile per le vaschette dovranno contenere almeno dal 25% al 50% di materiale riciclato, a seconda del tipo di imballaggio.

Questo impegno fa seguito all’annuncio, fatto nell’Aprile di quest’anno, sulla global packaging ambition, secondo la quale l’azienda punta a rendere il 100% dei suoi imballaggi riciclabili o riutilizzabili entro il 2025.

“Sono orgoglioso di poter dire che stiamo già attuando le prime azioni concrete per concretizzare le nostre ambizioni in tema di imballaggi”, ha affermato Marco Settembri, Nestlé CEO della Zone Europe, Middle East and North Africa. “Nestlé sostiene la Strategia sulla Plastica dell’Unione Europea. Condividiamo l’idea che nessun imballaggio di plastica debba finire nell’ambiente. Imballaggi riciclabili, buoni impianti di riciclaggio e un maggiore use di materiali riciclati ci aiuteranno a chiudere il cerchio.”

L’annuncio fatto oggi da Nestlé contribuisce all’impegno volontario sui contenuti riciclabili sostenuto dalla Commissione Europea. Marco Settembri ha evidenziato la determinazione di Nestlé trasmettendo oggi di persona questo impegno alla Commissione Europa.