Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Osservatorio ADI-Nestlé sugli stili di vita: i pasti davanti alla tv

Tra i risultati dell'<strong>Osservatorio ADI – Nestlé sugli stili di vita</strong>, un'analisi mirata sullo stato di forma fisica e sulle abitudini alimentari degli italiani con <strong>oltre 13.000 persone monitorate, la relazione tra consumo dei pasti davanti alla televisione e aumento del peso</strong> è certamente tra i più curiosi ed eclatanti. Addirittura, secondo i dati dell'Osservatorio, rappresenta una delle maggiori cause del <strong>disordine alimentare degli italiani</strong>.

Comunicati Stampa
Milano
,
Jan 18, 2011

Rispetto ad altre indagini, infatti, l'Osservatorio ha voluto indagare il rapporto tra consumo di cibo e consumo della TV non in termini generali ma puntando l'attenzione su pranzo e cena. Ed i risultati sono chiari: il 43% degli obesi ha dichiarato di consumare regolarmente (oltre 5 volte la settimana) i pasti davanti alla TV; la percentuale si abbassa con i sovrappeso (39%). Nei normopeso la percentuale scende ancora (33%).

Sorpresa: sovrappeso e sottopeso

Questa lettura viene confermata anche attraverso altri numeri: se consideriamo coloro che consumano i pasti tutti i giorni davanti alla TV, gli obesi sono il 33%, i sovrappeso il 30%, mentre la percentuale dei normopeso scende a 25%.

Un dato interessante è quello dei sottopeso: il 27% consuma i pasti davanti alla TV. Si tratta di una percentuale rilevante che dimostra come il disordine alimentare non valga solo per eccesso, ma anche "per difetto".

I pasti in compagnia della TV

Ma è il dato complessivo che deve far suonare un campanello di allarme: il 28% degli italiani consuma i pasti principali in compagnia della TV 7 giorni su 7, dimenticando che il pasto è prima di tutto un modo per stare insieme e comunicare con genitori, figli o amici i fatti della giornata.

Via la TV dal menu

"Non si tratta di un atto di accusa alla televisione: è forse però il caso di toglierla dal menu abituale dei nostri pranzi e delle nostre cene" ha dichiarato Giuseppe Fatati, Coordinatore Scientifico dell'Osservatorio ADI-Nestlé e Presidente della Fondazione ADI.

"Per la prima volta abbiamo voluto indagare in rapporto tra peso corporeo e consumo dei pasti davanti alla TV" ha proseguito Bianca Maria Vecchio, Market Nutritionist di Nestlé Italiana. "L'aumento di peso è spiegabile con la scarsa considerazione prestata a quello che si mangia in relazione ad un'attività passiva che assorbe in toto l'attenzione" ha concluso Fatati.

Per ulteriori informazioni: www.nestle.it.

Per informazioni:
Maria Letizia Balducci
Nestlé
Tel. +39 02 81817406
E-mail: [email protected]

Davide Sicolo
Edelman
Tel. +39 02 63116241
E-mail: [email protected]

Article Type