Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Accesso e conservazione

Il nostro impegno: accrescere la consapevolezza della necessità di tutelare le risorse idriche e migliorare l'accesso all'acqua e ai servizi igienici lungo l'intera catena del valore



Tutelare le risorse idriche e migliorare l'accesso all'acqua
 

Acqua potabile e servizi igienico-sanitari sono un diritto umano: eppure, secondo le stime dell'ONU, 663 milioni di persone ancora non hanno accesso a fonti migliorate di acqua potabile e 2,4 miliardi non dispongono di strutture igienico-sanitarie adeguate. Collaboriamo con partner specializzati per fornire impianti idrici e igienico-sanitari idonei (progetti WASH, Water, Sanitation and Hygiene), al fine di promuovere le buone norme di igiene, rafforzare le comunità locali e preservare la dignità personale degli individui. Ci impegniamo anche per sensibilizzare l'opinione pubblica alle problematiche riguardanti la conservazione delle risorse idriche, sostenendo i programmi educativi del Progetto WET e partecipando attivamente alla Giornata Mondiale dell'Acqua.

 

I nostri obiettivi

Entro il 2015: garantire a ogni dipendente Nestlé l'accesso ad acqua e servizi igienico-sanitari sicuri e di livello adeguato sul posto di lavoro.

Entro il 2016: 350.000 persone potranno beneficiare in seno alle comunità locali di accesso all'acqua, a servizi igienico-sanitari o a progetti educativi sull'igiene nei pressi dei nostri stabilimenti o nelle zone "Farmer Connect".

Entro il 2017: attuare tutti i piani d'azione correttivi derivati dall'implementazione in tutte le sedi Nestlé su scala mondiale dello strumento di autovalutazione WASH del WBCSD (World Business Council for Sustainable Development), utilizzato per valutare l'accesso all'acqua e ai servizi igienico-sanitari sul posto di lavoro.

 

I nostri progressi

Per assicurarci che tutti i dipendenti Nestlé abbiano accesso ai servizi WASH sul posto di lavoro, abbiamo implementato lo strumento di autovalutazione del WBCSD e adotteremo tutte le misure correttive necessarie per soddisfare i criteri del patto WASH entro il 2017.

Numero di beneficiari dell'accesso ad acqua e servizi igienico-sanitari

 
Anno 2013 2014 2015
Numero 300.000 400.000 440.000
 

Attraverso la nostra partnership con l'IFRC (Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa), sosteniamo i progetti che migliorano l'accesso agli impianti WASH nelle regioni di coltivazione del cacao della Costa d'Avorio e del Ghana. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo 2016 in anticipo e fisseremo un nuovo traguardo l'anno prossimo.

 

Contenuti correlati