1914-1918

1914-1918: La sopravvivenza in tempo di guerra

Lo scoppio della guerra nel 1914 determina un incremento della domanda di latte condensato e cioccolato ma una carenza di materie prime e i limiti al commercio internazionale ostacolano la produzione per Nestlé & Anglo-Swiss. Per risolvere il problema, l'azienda acquisisce stabilimenti di lavorazione negli USA e in Australia, e alla fine della guerra conta 40 fabbriche.

1914


1914

La guerra si diffonde in tutta Europa e scombussola la produzione dell'azienda, ma le ostilità fanno anche aumentare la domanda di prodotti caseari Nestlé, sotto forma di importanti contratti statali.



1915


1915

Il latte condensato ha lunga conservazione ed è facile da trasportare, pertanto riscuote molto successo tra le forze armate. Nel 1915, per esempio, l'esercito britannico inizia a inserire latte in scatola Nestlé nelle razioni di emergenza dei soldati. In seguito alla forte domanda per il prodotto le raffinerie di latte dell'azienda lavorano a più non posso.



1916


1916

Nestlé & Anglo-Swiss acquisisce l'azienda casearia norvegese Egron, che ha brevettato un processo di atomizzazione per produrre il latte in polvere, prodotto che la nuova proprietaria comincia a vendere.



1917-1918


1878

In seguito alla carenza di latte in Svizzera, Nestlé & Anglo-Swiss deve consegnare le scorte di latte fresco per aiutare la gente nei villaggi e nelle città. Per soddisfare la domanda di latte condensato delle nazioni in guerra, l'azienda acquisisce raffinerie USA e firma contratti di fornitura con imprese australiane, che in seguito rileva.