Nestlé e Danimer Scientific sviluppano bottiglie d'acqua biodegradabili

Comunicati StampaVevey, Svizzera,gen 15, 2019

Nestlé e Danimer Scientific, azienda leader nello sviluppo e nella produzione di prodotti in plastica biodegradabile, hanno annunciato in data odierna una partnership su scala globale per la realizzazione di bottiglie decomponibili. I partner collaboreranno per ideare e produrre resine biologiche per le bottiglie di acqua Nestlé, utilizzando il polimero poliidrossialcanoato (PHA) di Danimer Scientific Nodax. Uno studio condotto nel 2018 dall'Università della Georgia (U.S.A.) ha confermato che Nodax è un'alternativa biodegradabile efficace alla plastica petrolchimica. PepsiCo, un attuale partner di Danimer, potrebbe ugualmente avere accesso alle resine sviluppate grazie a questa collaborazione.

"I ricercatori hanno dimostrato che il PHA si decompone in un ampio spettro di contesti, inclusi il compost industriale e domestico, il suolo, le acque dolci e gli ambienti marini", ha dichiarato Stephen Croskrey, CEO di Danimer Scientific. "Come materiale in grado di degradarsi in modo affidabile in condizioni aerobiche e anaerobiche, il nostro PHA Nodax è ideale per supportare la realizzazione di confezioni eco-compatibili per i prodotti Nestlé. Il PHA Nodax è una materia prima idonea per il compost industriale e domestico, oltre che per i digestori anaerobici. È inoltre possibile riutilizzarlo tramite riciclo. Siamo entusiasti all'idea di sostenere Nestlé in questo progetto negli anni a venire."

Nel 2018, Nestlé ha annunciato il suo impegno a rendere riciclabile o riutilizzabile il 100% dei suoi imballaggi entro il 2025. Per raggiungere questo obiettivo, l'azienda ha già intrapreso svariate iniziative, fra le quali la fondazione del Nestlé Institute of Packaging Sciences. L'attività della struttura si incentra sull'individuazione e sullo sviluppo di soluzioni di packaging efficienti, sicure ed eco-compatibili, come la carta funzionale e i materiali biodegradabili.

Stefan Palzer, Responsabile Tecnologia di Nestlé, ha reso noto che "Le partnership di innovazione strategica rivestono un ruolo essenziale per Nestlé nell'ambito dei progressi compiuti dall'azienda nel migliorare la sostenibilità degli imballaggi. Per affrontare in modo efficace le problematiche correlate alla plastica nei vari mercati, abbiamo bisogno di un'ampia gamma di soluzioni tecnologiche, come i nuovi materiali cartacei e i polimeri biodegradabili che possono anche essere riciclati."

Maurizio Patarnello, CEO di Nestlé Waters, ha dichiarato che "Nestlé Waters è impegnata nell'affrontare il problema, sempre più grave a livello mondiale, dei rifiuti di plastica derivati dagli imballaggi. Una bottiglia biodegradabile, che è anche riciclabile, può contribuire a ridurre l'impatto ambientale della nostra attività in paesi dove non sono presenti sistemi di raccolta e riciclo dei rifiuti."

Danimer Scientific
Danimer Scientific è un'azienda che svolge un'attività pioneristica nell'implementazione di modalità più sostenibili e naturali di realizzazione dei prodotti in plastica. Il PHA Nodax™ di Danimer Scientific è in possesso di sette certificazioni TUV AUSTRIA e dichiarazioni sulla compostabilità industriale e domestica, è biodegradabile negli ambienti anaerobici, nel suolo, nelle acque dolci e negli ambienti marini, ed è composto al 100% da materiali naturali. Tutti i biopolimeri di Danimer Scientific, incluso il PHA Nodax, sono approvati dalla Food and Drug Administration e ritenuti idonei al contatto con gli alimenti. Per maggiori informazioni, visitare www.DanimerScientific.com