Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Il tempo a casa fra noia e frigorifero (troppo) a portata di mano

Comunicati Stampa
Milano,

Gli studi Nestlé: tre semplici step e cinque regole per gestire il tempo con allegria e insegnare ai bambini a mangiare in modo sano ed equilibrato.

Il tempo a casa in questi giorni è diventato veramente impegnativo sotto tanti punti di vista. Ma è soprattutto la gestione dei bambini che sentiamo come una fatica insormontabile e non solo per lo sforzo di seguire una routine e impegnarli in attività didattiche e ricreative, ma soprattutto per la difficoltà a seguire con costanza un’alimentazione equilibrata.

E così il momento del pranzo, anziché un’occasione gioiosa, diventa un ulteriore fonte di stress e conflitti fra noi e i nostri pargoli. Riconosciamolo: sedentarietà, noia e … frigo a portata di mano stanno vanificando gli sforzi di tutto l’anno e disperdendo tutto l’impegno che ci eravamo assunti per renderli partecipi del loro stesso benessere.

Ma un rimedio c’è. Nestlé, nell’ambito del programma Nestlé for Healthier Kids, suggerisce ai genitori di non preoccuparsi e di approfittare di queste giornate per passare subito a un ‘piano b’ ovvero “cuciniamo insieme: ti diverti, impari, non ti annoi e mangi meglio”.

Come primo passo dobbiamo assicurarci che i bambini stiano assumendo una quantità sufficiente di alimenti, e nelle giuste proporzioni. Sembra facile detto così, ma nella vita reale? Lo è anche nella realtà grazie al metodo Nutripiatto, ideato da esperti di nutrizione di Nestlé e dall'Università Campus-Biomedico di Roma e SIPPS. Un vero piatto diviso in tre parti che, in una maniera visiva e divertente, mostra le proporzioni adeguate di ciascuna categoria di alimenti. È utile per i genitori ed è facilmente comprensibile anche per i più piccoli, che familiarizzano rapidamente con il concetto di alimentazione sana ed equilibrata.

Per visualizzarlo e capire meglio il metodo, basta entrare nel sito dedicato che mostra il Nutripiatto. Gli esperti di Nestlé suggeriscono di mostrare ai bambini il metodo, coinvolgendoli da subito nel processo di cambiamento verso un’alimentazione più sana.

Una volta familiarizzato con il Nutripiatto e capite le proporzioni ideali dei vari alimenti, per il secondo step ci viene in aiuto un altro studio Nestlé, realizzato negli Stati Uniti, che dimostra come sia possibile tenere sempre sotto controllo la quantità di cibo che assumiamo durante i pasti, facendo attenzione, banalmente, alle dimensioni delle stoviglie. La scelta delle dimensioni di piatti e scodelle può essere determinante: più grande è il piatto, più siamo portati a riempirlo con razioni abbondanti. E ovviamente, dato che per ‘vocazione’ tendiamo a finire la nostra porzione, mangiamo di più. Proviamo allora ad abbandonare le regole utilizzando piatti di portata ridotti, come appunto piattini da insalata o da dessert. Il suggerimento vale tanto per gli adulti quanto per i bambini.

Ora siamo pronti per il 3° step, il più impegnativo ma anche il più creativo e divertente: coinvolgere i bambini nella preparazione dei piatti. Ed è ancora una ricerca Nestlé che mostra come cucinare con i bambini sia utile in molti modi diversi e che i bambini tendono a mangiare cibo più sano quando sono coinvolti nella preparazione. Ma perché questa operazione sia piacevole e ‘indolore’ ecco cinque regole per cucinare assieme e superare brillantemente la prova.

  1. Vietato stressarsi per il disordine che inevitabilmente si creerà
    I bambini si divertiranno in cucina solo se lasceremo spazio alla loro creatività. E comunque potremo poi assumerli nel ‘team di pulizia’ quando avremo terminato.
  2. Incoraggiate la loro immaginazione
    Incoraggiateli a essere fantasiosi in cucina. Lasciateli liberi per esempio di decorare a piacimento piatti o biscotti, di creare un arcobaleno di macedonie o animali con le verdure. Presentare il piatto in una forma artistica o decorarne il bordo, può rendere la preparazione e il pranzo più allettante per i bambini. Animali e volti sono sempre facilmente riproducibili e sono un classico da realizzare con le verdure, mentre broccoli e cavolfiori possono diventare alberi. Lasciate anche che usino le formine dei biscotti per tagliare peperoni e cetrioli.
  3. Coinvolgete quotidianamente anche i più piccoli
    Ci sono molte attività in cui anche i più piccoli possono essere coinvolti: lavare le verdure, grattugiare, schiacciare, sono tutte attività divertenti per i bambini. E ormai dovreste averlo scoperto: quando i bambini aiutano a preparare i piatti tendono anche ad accettare cibo più sano. E provate inoltre a fargli lavare le stoviglie.
  4. Approfittate del momento in cui cucinate assieme per stimolarli anche in altri ambiti
    Cucinare con i bambini può essere una grande opportunità per sviluppare importanti abilità. Tra l’altro si può approfittare dell’occasione per parlare di matematica e frazioni nel momento in cui si misurano per esempio gli ingredienti o si taglia una pizza a spicchi. E ancora, possiamo aiutarli a comprendere meglio l'igiene e la sicurezza alimentare mentre laviamo le mani e prepariamo il piano di lavoro. E tante altre cose ancora, per far sì che un momento di condivisione e di divertimento si trasformi anche in un momento di insegnamento.
  5. Organizzate i pasti assieme
    La pianificazione dei pasti con i figli è tempo di qualità trascorso insieme. Servirà inoltre per far loro comprendere l'importanza di seguire una dieta equilibrata, inserendo i cereali integrali, alimenti con fibre e verdure, per esempio, e stimolare il loro interesse per il cibo incoraggiandoli a diventare creativi in cucina.

Nelle rubriche Ricette e Buone Abitudini del sito Nutripiatto, messo a punto da Nestlé, sono a disposizione altri suggerimenti e ricette facili e gustose a prova dei palati più difficili.
La cucina è il luogo ideale per trascorrere tempo di qualità con i bambini e non sono necessarie attrezzature fantasiose o costose perché - la regola più importante – un’attività semplice come impastare biscotti con i vostri bambini può trasformare un pomeriggio normale in un momento straordinario che creerà ricordi destinati a durare tutta la vita.

www.nestle.it
www.nestle.com
Facebook - Nestlé
Twitter - @NestléItalia

Per ulteriori informazioni:

EDELMAN

Rossella Camaggio
Tel. +39 02. 63116228; +39 348 3001325
E-mail: rosse[email protected]

Irene De Bernardi
Tel. +39 02. 63116223; +39 348 3001334
E-mail: [email protected]

Chiara Lanci
Tel. +39 02. 63116385; + 39 335 1320454
E-mail: [email protected]

NESTLÉ

Manuela Kron
Direttore Corporate Affairs Gruppo Nestlé in Italia
Tel. +39 02. 8181.1
E-mail: [email protected]

Moreno Iachini
Relazioni esterne Nestlé
Tel. +39 02 8181 2114; +39 366 9065 889
E-mail: [email protected]